Il traforo è uno strumento da taglio in grado di modellare materiale solido (solitamente legno, ma non necessariamente) a proprio piacimento o secondo richiesta. Di seguito saranno elencati i cinque migliori modelli di traforo elettrico presenti in commercio.

 ImmagineNomeValutazioneControlla il prezzo

1 di 5

DREMEL MS20-1/5

4.5

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

2 di 5

EINHELL TC-SS 405 E

4.0

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

3 di 5

PROXXON 28 092 DSH

4.0

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

4 di 5

PROXXON 27 088

4.0

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

5 di 5

SCHEPPACH SD1600V

3.5

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it
1 di 5
DREMEL MS20-1/5
Valutazione
4.5
CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it
2 di 5
EINHELL TC-SS 405 E
Valutazione
4.0
CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it
3 di 5
PROXXON 28 092 DSH
Valutazione
4.0
CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it
4 di 5
PROXXON 27 088
Valutazione
4.0
CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it
5 di 5
SCHEPPACH SD1600V
Valutazione
3.5
CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

Il traforo è un articolo di antica conoscenza perché richiamato dal bisogno di operare sia a titolo di necessità funzionale, come nel caso delle chiavi di violino, sia per necessità artistiche di abbellimento delle aperture su una superficie piana, senza che il contorno di questa sia intaccato. Questo utensile, infatti, come ci suggerisce il nome è indispensabile per tutti coloro che vogliono tagliare o forare il legno, sia per necessità pratiche, sia per necessità di decorazione. Poiché nel passato l’unica forma di lavorazione del legno era una sega manuale, il problema consisteva nel praticare aperture senza passare dal fianco. Era quindi necessario disporre di una lamellina con seghetto da traforo che veniva introdotta in un foro destinato alla demolizione, e racchiuso, sopra e sotto la superficie dalle due estremità, di un archetto di forma rettangolare che la tendevano elasticamente. L’operazione di smontaggio della lama, e dunque della sega da traforo in manovra inversa veniva operata dopo che la lama tagliente aveva percorso fedelmente il segno precedentemente apposto che indicava il percorso del contorno della zona da asportare. Quanto sopra per il passato che, comprensibilmente, comportava manovre alquanto laboriose per risultati elementari. Oggi la tecnica moderna dei piccoli elettrodomestici ha concentrato l’attenzione e la produzione di un esemplare moderno capace di risolvere i problemi del passato, ma in forma decisamente più semplice. Si immagini un piccolo ferro da stiro con i comandi di accensione, spegnimento, velocità, e altre funzioni sui comandi dell’impugnatura. Si immagini che dalla parte avamposta della parete inferiore emerga, perpendicolarmente a essa, una lama abbastanza rigida costituita da una doppia dentellatura che, a comando di alimentazione elettrica dell’insieme, sia capace di discesa e salita antagoniste, per alcuni centimetri dalla superficie dell’attrezzo, per alcune volte al secondo. Sembra facile con codesto apparecchio appoggiato sulla superficie da lavorare ove sia stato precedentemente praticato un foro per accoglierne la lama tagliente, per seguire il solito contorno del profilo già segnato con inchiostro o con disegno su carta incollata, fino a eliminare il pezzo da asportare, a perimetro concluso.

Come funziona un traforo elettrico?

La manovra, apparentemente difficile, risulta più semplice ove si pensi che in caso di incertezza sulla prosecuzione del profilo, basterà arrestarsi, senza alcun danno, poiché la lama prosegue il suo moto ma senza avanzamento non incontra lavoro da fare. Istintivamente ogni piccolo avanzamento della mano può trovare conferma nel risultato senza compiere involontari danni. Così nascono i vari cofanetti di preziosi che contengono gioielli, cornici di titoli onorifici o di studio o pergamene illustri, porta armi o fucili con sagome di fantasia che ricordano elementi della caccia (testa di cane, cacciatore che spara, ecc.), oltre a vere e proprie manifestazioni artistiche con elaborate rappresentazioni più vicine all’arte pura che non all’artigianato. Esistono addirittura esemplari molto elaborati di contenitori, non certo a buon mercato, che consistono in cofanetti di legno pregiato con coperchio superiore intagliato con figure di fiori o frutti che, munito di un pulsante, si illumina dall’interno mostrandone dalle fenditure superiori protette da un vetro, tutto il contenuto, senza necessità di ispezionarlo. Una volta fabbricato da un comune artigiano il cofanetto con un normale coperchio fissato con cerniere a chiusura rotante, basterà liberare il coperchio stesso, apporvi incollato il profilo da lavorare, previo fissaggio sul banco, praticare un foro in una superficie morta da asportare del profilo, infilare il seghetto da traforo elettrico nel foro impugnando l’utensile comandandone l’accensione e iniziare a guidarlo lungo il profilo segnato. Si ricordi che il banco destinato a tali operazioni non comporta un bordo rettilineo, bensì comprende un’ansa più o meno semicircolare mancante con due morsetti laterali formati da una doppia tavoletta sotto la quale viene alloggiato il piano da lavorare e bloccato da viti.

Le parti da cui sono composti i trafori elettrici

Le parti sono normalmente, escludendo il traforo elettrico ad alimentazione autonoma più adatto all’oreficeria, sono alimentati a corrente elettrica, che dalla normale tensione (220 volts in corrente alternata) viene trasformata direttamente nella spina di alimentazione in corrente alternata a bassa tensione (tra i 6 e 10 volts). Le parti normalmente ispezionabili si limitano alla lama che, fornita in numerosissimi esemplari, viene scelta in modo da conciliare il più possibile la sua prestazione con l’esigenza del lavoro. Spesso, è influente la qualità del materiale da erodere che, non di rado, esula dal materiale plastico, al legno compensato, al legno di spessore, all’alabastro o ad altri prodotti di sintesi di durezza anche maggiore. Per la realizzazione di quanto richiesto da un eventuale cliente, occorrerà pertanto disporre di un piccolo banco che se predisposto, comporta un’ansa semicircolare mancante da un fianco con due piccoli morsetti sui due lati dell’ansa costituiti da tavolette sovrapposte bloccabili con viti. Altrimenti un comune tavolo può comportare un morsetto che sul fianco blocca una tavola sagomata. Occorrerà poi un modesto trapano, l’apparecchio del traforo e la presa di alimentazione. L’oggetto viene bloccato, viene traforato in una zona morta del profilo da asportare, la lama dell’apparecchio penetra nel foro, l’oggetto viene avviato e l’operatore segue il profilo tracciato per l’asportazione. Inutile aggiungere che una volta asportato il tratto del disegno, i bordi del profilo posso risultare non decisamente rifiniti. Sarà utile e necessario provvedere con carte abrasive di grana decrescente e procedere alla levigazione dei bordi fino a raggiungere il profilo naturale dei manufatti ordinari.

Le principali caratteristiche dei trafori elettrici

I vari trafori elettrici si differenziano ovviamente per capacità, potenza, numero delle prestazioni, qualità. Questi elementi sembrano tutti indipendenti. Per quanto attiene la qualità, niente da aggiungere se non la garanzia di ottenere sempre e per tempi lunghissimi la stessa prestazione dopo la stessa richiesta. Per quanto riguarda la potenza essa viene misurata con i Kilowatt di alimentazione del motore e sembra inutile esporre delle graduatorie. Così ad esempio per lavorare il legno compensato da 3mm di spessore basteranno poche decine di watt, del tutto insufficienti per lavorare una lastra di marmo. Analogo riferimento per le lame taglienti, le quali differiscono per dimensioni dei denti, per forma e per lunghezza, ma tutte pronte a sopportare il peggior nemico che le offende, il surriscaldamento. Saranno quindi da preferire le leghe speciali per utensili, il tungsteno, il Widia, e altri prodotto ceramici di cui non manca la produzione.

In quali situazioni i trafori elettrici sono più utili?

L’uso del traforo oscillante elettrico è ovviamente opera artigiana raffinata, e piaccia o non piaccia, prodotto di abilità manuale. Rimane ovvio che una fabbrica che produce migliaia di stessi esemplari (arredamento, mobili per appartamenti, cornici, cornici di letto etc) non risolverà certamente il problema con il traforo, ma provvederà a una produzione automatica di fresatura con automazione. Utenti abituali di questo apparecchio sembrano essere gli artigiani lavoratori del legno o essenze pregiate con un numero di clienti vario, per piccola ma raffinata produzione. Oltre al traforo legno, si può utilizzare l’apparecchio per il marmo, o altri materiali, anche se assai meno frequentemente.

Un’altra fetta di pubblico interessata all’acquisto di trafori elettrici, è costituita non già da professionisti immessi nel circuito del mercato, ma da privati interessati a utilizzarlo per hobby, con l’intento di fabbricare qualcosa per la propria abitazione o per loro uso e consumo. Da non sottovalutare un segmento di acquirenti, sicuramente esiguo rispetto a chi lo usa in maniera professionale, ma presente da sempre: i bambini. Esistono infatti dei modelli di traforo manuale destinato ai più piccoli in modo tale da stimolare la loro fantasia creando piccoli lavori con indubbia soddisfazione.

Come scegliere un traforo elettrico?

La guida per la scelta dell’apparecchio porta, come prima connotazione, alla potenza del motore, nonché al traforo elettrico prezzi. Sembra inutile indicare le corrispondenze fra potenza e impiego cui soccorre esperienza e consulenza di esperti. Così, come i vari elettrodomestici, la scelta del miglior traforo elettrico dovrà corrispondere al tipo di materiale usato, alle sue dimensioni, allo spessore da lavorare, all’estensione del pezzo da produrre e il buon senso guiderà per un modesto esemplare le duecento, trecento Watts di potenza, le mille Watts per un prodotto di medio impiego e potenze superiori per attività più industriali che artigiane. Ovviamente, come per tutti gli articoli cui ci interessiamo, dobbiamo fare attenzione ai trafori elettrici prezzi, dato che esiste sia il traforo per hobbisti sia il traforo elettrico professionale. Il traforo prezzo varia a seconda della tipologia dell’oggetto; se abbiamo bisogno di un traforo per scopi privati, allora sarà il caso di indirizzarci verso un traforo elettrico economico; per chi non avesse idea del traforo elettrico costo, è consigliabile consultare il traforo elettrico offerte a disposizione online per informarsi sulla vendita trafori elettrici.

Manuale d’assistenza per i trafori elettrici

La cura e l’attenzione principale consisterà nel controllo continuo del surriscaldamento della lama, consigliando frequenti soste in caso di bisogno. Altro consiglio è la protezione dalla polvere che, dalle fessure previste dal costruttore per la areazione di raffreddamento, si insinua inevitabilmente. Non sembra fuori luogo la maniacale protezione, spolveratura a uso terminato, avvolgimento protettivo nel riposo e controllo costante delle parti che compongono il traforo. La protezione dagli urti, dai liquidi di ogni specie sembra indispensabile. La eventuale lubrificazione o altri interventi di manutenzione saranno indicati dal costruttore e si consiglia di puntuale esecuzione da parte dell’utente. In ogni caso un manuale d’istruzione sarà allegato assieme alla vendita traforo elettrico.

 

1. DREMEL MS20-1/5 Revisione

L’azienda Dremel, di origine statunitense e fondata nel 1932, si occupa di elettroutensili e si interessa della produzione di avvitatori, pistole per colla a caldo, trafori elettrici e levigatrici per contorni. È stato uno dei primi marchi a realizzare un elettroutensile oscillante, chiamato Multi-Max. È nota a livello mondiale per la produzione di utensili ad alta velocità. Tale marchio è assai noto tra gli appassionati del fai da te e gli artigiani, garantendo la cura dei dettagli e la precisione richiesta da molti lavori di rifinitura.

Tra le proposte, troviamo la Dremel MS20-1/5, una sega da traforo della potenza di 70 Watt: possiede sia la modalità stazionaria, adatta a lavori di precisione, la modalità portatile, per materiale da lavoro di dimensioni più grandi. Inoltre, i binari di guida e le guide parallele consentono di agevolare il taglio fino a 18 mm. È dotata, inoltre, di un completo controllo della velocità variabile, facilitando in tal modo l’abbinamento della velocità al progetto in lavorazione. Su Amazon ha ottenuto 4.2 stelle su 5, per un totale di 91 recensioni da parte dei clienti: il 54% ha dato 5 stelle, il 28% ha dato 4 stelle, il 10% ha dato 3 stelle, il 4% ha dato 2 stelle e sempre il 4% ha dato 1 sola stella. L’articolo viene apprezzato per la leggerezza, l’intuitività, la potenza e la facilità di montaggio. Per le dimensioni e il peso, può essere facilmente trasportato ovunque si voglia. Gradita molto anche la poca rumorosità prodotta.

Tra le lamentele, risulta l’esigua profondità dell’archetto che, in tal modo, limita i movimenti del materiale che si sta lavorando; viene criticata anche l’eccessiva vibrazione. Per la manutenzione, si consiglia di controllare spesso il surriscaldamento della lama.

Vantaggi:

  • Compattezza
  • Facilità di montaggio
  • Potenza

Svantaggi:

  • Profondità dell’archetto
  • Eccessiva vibrazione
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

2. Einhell TC-SS 405 E Revisione

La Einhell Germany è un’azienda tedesca con sede a Landau specializzata in utensili elettrici portatili, macchine stazionarie (Sega a nastro, troncatrice radiale) e articoli da giardinaggio (tagliaerba, forbici per erba e cespugli a batteria). Offre soluzioni per la casa e articoli per artigiani da più di 50 anni, ed è conosciuto in più di 40 Paesi in tutto il mondo, in cui viene apprezzata, oltre che per la qualità dei prodotti, anche per il rapporto prestazioni-prezzo. Tra le proposte, oltre agli utensili già citati, tale marchio propone articoli per il riscaldamento, per la pulizia, e infine accessori per auto (aspira cenere, aspira solidi e liquidi)

La Einhell TC-SS 405 E è un traforo oscillante, dotato di piedini in gomma per consentirne un utilizzo silenzioso nonché sicuro, regolazione elettronica che permette la lavorazione di vari tipi di materiale, una superficie d’appoggio di 440 x 280 mm. Il numero di giri varia da un minimo di 400 a un massimo di 1600 al minuto. Lo sviluppo delle lame è di 127 mm, e l’altezza massima del taglio è di 57 mm.

Su Amazon ha ottenuto un totale di 3.6 stelle su 5, con 130 recensioni da parte dei clienti: il 34% ha dato 5 stelle, il 32% ha dato 4 stelle, il 16% ha dato 3 stelle, il 9% ha dato 2 stelle e sempre il 9% ha dato 1 stella. Apprezzata per la buona regolazione della velocità, è ottima per la lavorazione del compensato e adattissima per lavori di piccolo bricolage. La sega di ricambio contenuta nella confezione è stata molto gradita dai clienti.

Tra le critiche, viene lamentata l’inefficienza del soffia trucioli, la potenza abbastanza bassa, la mancata precisione della lama.

Vantaggi:

  • Silenziosità
  • Adatta a lavori di bricolage

Svantaggi:

  • Inefficienza soffia trucioli
  • Potenza bassa
  • Imprecisione della lama
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

3. Proxxon 28 092 DSH Revisione

La Proxxon è un’azienda conosciuta in tutta Europa e nell’America del nord con sede in Lussemburgo; è specializzata in utensili elettrici per modellisti di alta qualità, utensili manuali, come cacciaviti, chiavi dinamometriche, ma anche dispositivi di incisione, trapani e dispositivi di perforazione. Tali prodotti sono apprezzati per la precisione e l’affidabilità, non solo dai modellisti, ma anche da esperti del settore. Inoltre, il marchio offre una vasta gamma di articoli per lavori di manutenzione e riparazioni. Gli utensili portatili prodotti offrono un’ottima prestazione in virtù della loro leggerezza, affidabilità e soprattutto maneggevolezza, e sono dotati di un vasto numero di accessori in grado di soddisfare anche il cliente più esigente

Il Proxxon 28 092 DSH è una sega da traforo con 205 Watt di potenza, due velocità, molto apprezzata dai clienti Amazon; ha infatti riscosso 4.4 stelle su 5, con un totale di 67 recensioni: il 61% ha dato 5 stelle, il 28% ha dato 4 stelle, il 9% ha dato 3 stelle e il 2% ha dato 1 stella. Molto apprezzata per la robustezza, la praticità (le lame possono essere facilmente sostituite) e la resistenza, può essere usata per superfici di diversi spessori senza difficoltà. Molto silenziosa. Gradite anche la precisione e la facilità di montaggio. Le rondelle e i bulloni, necessari per fissare la sega da traforo al piano da lavoro, non sono compresi nella scatola. Tra le critiche compare qualche difetto nella regolazione della lama, l’imprecisione del goniometro per la regolazione del piano, la mancanza della guida e uno scarso sistema di soffiaggio. Questa sega da traforo è adatta per chi non è un neofita del mestiere

Vantaggi:

  • Robustezza
  • Silenziosità
  • Precisione
  • Facilità di montaggio

Svantaggi:

  • Difetto della regolazione della lama
  • Imprecisione goniometro
  • Mancanza della guida
  • Scarso sistema di soffiaggio
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

4. Proxxon 27 088 Revisione

Il Proxxon 27 088 è un traforo elettrico stazionario, di colore verde e giallo, con un taglio lineare massimo di 30 cm, con un diametro di 33 x 22 x 12,5 cm e dal peso di 3,3 Kg. Ha ottenuto 3.7 stelle su 5 da parte dei clienti Amazon, con un totale di 44 recensioni: il 57% ha dato 5 stelle, il 16% ha dato 4 stelle, il 7% ha dato 3 stelle, l’11% ha dato 2 stelle e il 9% ha dato 1 stella. È molto apprezzato per la facilità d’uso, tale da renderlo accessibile anche a neofiti o quantomeno a chi è privo di consumata esperienza in tale tipo di lavorazione; è dotato, inoltre, di una regolazione di velocità tale da permettere di lavorare con grande precisione e conseguente profitto.

Gradito anche il guidalama con rotella, giudicato molto efficace. Apprezzatissima la rigidità della lama sul punto del taglio e la facilità di utilizzo. La compattezza è uno dei suoi punti di forza; a differenza di altri trafori, questo articolo poco ingombrante permette all’acquirente di lasciarlo nella postazione di lavorazione con un minimo ingombro di spazio. Ottima per usi modellistici di precisione. Le critiche riguardano la difficoltà della sostituzione della lama, considerata macchinosa, bassa potenza del motore, la rumorosità, la leggerezza dell’articolo, il manuale d’istruzione di difficile consultazione. Non essendo per questo modello presente in dotazione il soffiatore, si è soggetti a rischio, che la presenza del soffiatore stesso attenua il più possibile, dell’eccesso di produzione di trucioli e polvere, con conseguente maggiore difficoltà nello svolgere un lavoro a regola d’arte, caratterizzato da pulizia e precisione.

Vantaggi:

  • Rigidità della lama
  • Compattezza

Svantaggi:

  • Difficoltà nella sostituzione della lama
  • Bassa potenza del motore
  • Rumorosità
  • Eccessiva leggerezza del prodotto
  • Manuale d’uso complicato
  • Soffiatore non incluso
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

5. Scheppach SD1600V Revisione

La Scheppach è un’azienda tedesca, fondata nel 1927 da Joseph Steppach. Le sue prime produzioni riguardano le seghe circolari per legno e macchine agricole; intorno agli anni ’70, però, viene cessata la produzione dei macchinari destinati all’agricoltura e il marchio inizia a interessarsi unicamente a macchinari per la lavorazione del legno. Dal 2005 l’azienda si rivolge anche alla grande distribuzione, producendo prodotti a basso costo per il bricolage e utensili per hobbisti (torni, seghe circolari, troncatrici, levigatrici), e nel 2010 inizia anche la produzione di elettroutensili portatili. Dal 2014 il marchio possiede anche una linea di giardinaggio per la cura degli esterni (motocarriole, motozappe, decespugliatori, tagliasiepi, rasaerba, taglia tronchi, spaccalegna, motoseghe, aspira foglie).

La Scheppach SD1600V è una sega a svolgere con un voltaggio di 240 Volt, del peso di 14 kg, dotata di lampada LED flessibile per permettere di utilizzare l’articolo anche in condizioni di scarsa luminosità. Ha ottenuto 4.2 stelle su 5 con un totale di 6 recensioni: in percentuale, il 50% ha dato 5 stelle, il 33% ha dato 4 stelle e il 17% ha dato 3 stelle. Molto apprezzata per la silenziosità, la praticità, la robustezza. Nella confezione è compreso un adattatore che permette l’utilizzo di lame che non posseggono il blocco a incastro. Tra le critiche, viene lamentato il faticoso inserimento delle lame senza spinotti e il soffiatore flessibile non appare del tutto funzionale per l’uso a cui dovrebbe essere destinato; la capacità di aspirazione appare infatti minima. Per quanto concerne la manutenzione, si raccomanda ovviamente un uso non eccessivamente prolungato nel tempo, al fine di evitare il surriscaldamento di ciascuna lama, concedendo alle stesse un periodo di pausa dopo ogni uso per raffreddarsi.

Vantaggi:

  • Silenziosità
  • Praticità
  • Robustezza
  • Adattatore in dotazione

Svantaggi:

  • Aspirazione insufficiente
  • Difficoltà d’inserimento delle lame senza spinotti
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui