Le casette per bambini sono dei luoghi destinati ad accogliere uno o più bambini per far trascorrere loro il tempo libero, concepite sul modello di una vera e propria abitazione. Ovviamente a seconda del prezzo si ha una gamma enorme di modelli che partono da uno spazio ristretto dove il bambino ha poca capacità di interazione, a vere e proprie strutture che si avvicinano come dimensioni alle casette per bambini presenti nei parchi giochi più prestigiosi. Se valutiamo modelli di media grandezza, senza dilungarci sugli estremi, la casetta presenta, come detto, le caratteristiche, in scala, di un appartamento: una porta d’ingresso, una o più finestrelle, pavimento, pareti e tetto. Può essere dotata di accessori, in modo tale che il bambino, durante i suoi giochi, la percepisca come una vera e propria casa con tutti i suoi comfort; non è insolito, infatti, che all’interno della casetta sia riprodotta ad esempio una piccola cucina, con suppellettili di varia natura o magari uno spazio che dovrebbe riprodurre la cameretta, con giocattoli, fumetti e peluches. I materiali richiesti per la costruzione risultano essere prevalentemente plastiche di varia natura, talvolta legno, e tutto secondo direttive europee recepite dall’Italia come dagli stati membri.

Per quanto riguarda il prezzo, può essere realmente alla portata di tutte le tasche; ovviamente a un maggior costo corrisponderà una casa dei bambini più ampia e più ricca, ma se l’intento del genitore è quello di donare al bimbo anche solo un’idea di ‘casa’ che si traduca in un attimo di intimità e sana solitudine per il bambino, possono essere sufficienti poche decine di euro. Il costo salirà moltissimo in caso di acquisto di casette spaziose, accessoriate, maggiormente curate nei dettagli.

Per la scelta di acquisto del modello più adatto alle nostre esigenze, o meglio di quelle del bambino, occorre valutare molti aspetti; è possibile acquistarla già assemblata o provvedere personalmente o tramite personale di fiducia, al montaggio. Nel primo caso è presente, ovviamente, un vantaggio in termini di risparmio di tempo, nel secondo, c’è naturalmente una maggiore possibilità di intercettare i desideri del bambino, assemblandola pian piano secondo le sue aspirazioni e sogni. La collocazione della casetta, una volta ultimata, può avvenire sia all’interno di un appartamento (ovviamente da tale possibilità sono escluse tutte le casette di grandi dimensioni), sia in uno spazio aperto quale ad esempio giardino, casa di campagna, grande terrazza, etc. una voce a parte riguarda le casette sull’albero che tanto hanno fatto sognare generazioni di bambini, e che per la loro posizione sopraelevata richiedono particolare cura, attenzione, e scelta di materiali idonei. Normalmente la casetta è semovibile, e di conseguenza spostabile in un posto riparato in caso di maltempo che possa recarle danno. Qualora, invece, fossimo proprietari di una casetta per bambini con postazione fissa è chiaro che dovremmo porci il problema del degrado a cui sarà sottoposta a seguito dell’esposizione ad agenti atmosferici; in tal caso, a meno di trattare il materiale di costruzione con prodotti in grado di preservarne le caratteristiche, ci si deve rassegnare a un quasi certo ammaloramento delle stesse. La possibilità, come detto, di poter spostare la casetta a nostro piacimento fa sì che i genitori possano valutare giorno per giorno qual è il luogo migliore in cui posizionarla. Si tenga conto che i bambini utilizzano le loro casette principalmente in estate o, comunque, in giornate di sole, e di conseguenza appare scontato che, in caso di giornata estremamente calda, la casetta vada posta in zona d’ombra; analoga attenzione andrà posta riguardo alla presenza o meno di insetti che abitualmente proliferano nella bella stagione, e particolarmente in spazi aperti.

Perché si dovrebbero comprare le casette per bambini

La richiesta, da parte di un bambino, di una casetta ‘personale’, rispetto ad altre tipologie di giochi, denota in primis un attivo mondo interiore da nutrire. La possibilità di godere di spazi personali, che il bambino percepisce come propri e quindi non soggetti a invasione da parte degli adulti, fa sì che il bambino stesso possa vivere la sua casetta come un rifugio dal mondo esterno, in grado di risvegliare la sua fantasia, per farlo creare mondi e avventure alternative nella sua immaginazione. Anche la possibilità di condividere la propria casetta con amici, in giorni e orari prestabiliti, può creare una sorta di minima emancipazione che risulta quasi essere un anticipo di maturità. Ovviamente i bambini che giocano nella casetta sono abitualmente sorvegliati da adulti, e l’attenzione di questi non sarà certo minore rispetto a quella esercitata in un pomeriggio ai giardini o al parco, ma il solo fatto di potersi trovare tra quattro piccole mura, che costituiscono un limite invalicabile (nella mente del bambino) dal mondo dei grandi, conferisce a quei momenti o giorni trascorsi lì dentro un sapore del tutto speciale. È possibile, infatti, che il bambino utilizzi la propria casetta anche per conservare alcuni suoi segreti, preferendola di certo alla propria cameretta, proprio in quanto la percepisce come qualcosa di suo e sconnesso dalla vera abitazione. Non è insolito, e letture e film che lo ricordano spesso, che, ad esempio, la casetta costituisca il luogo per eccellenza dove vengono custodite collezioni di fumetti, figurine, e ogni altro tesoro che il bambino percepisca come ‘proprio’.

La casetta per bambini, qualora si stia parlando di un esemplare sufficientemente grande da permettere l’accesso e la permanenza di tre, quattro o più bambini, può costituire anche un’occasione di ritrovo per momenti speciali, ad esempio un compleanno, o una sera di Halloween. Di sicuro sarà graditissima l’occasione, non solo per il proprietario, ma anche per gli amichetti, per divertirsi in modo fantasioso e libero come difficilmente potrebbe accadere in feste all’interno degli appartamenti dei genitori, laddove i bambini si sentono, inevitabilmente, più legati e meno liberi. Allo stesso tempo, un ritrovo di bambini all’interno della casetta costituisce fonte di assoluta tranquillità da parte dei genitori, i quali, lontani ma vicini a un tempo, hanno la possibilità di controllare i bambini con estrema facilità senza che, per i piccoli, tale sorveglianza diventi un guinzaglio.

Le parti da cui sono costituite le casette per bambini

Le casette per bambini risultano composte dall’assemblaggio di più elementi, in plastica o in legno, al fine di ottenere un prodotto caratterizzato da: una porta, eventuali finestre, pavimento, pareti e copertura superiore (tetto). Normalmente ci si attiva affinché non siano presenti angoli acuti nelle piegature del materiale plastico o ligneo, in grado di poter nuocere fisicamente al bambino, creando angoli convessi e stondati. Per il montaggio, all’atto dell’acquisto, verranno forniti dal venditore elementi suppletivi al fine di coadiuvare l’assemblaggio: nella fattispecie, viti, bulloni, cerniere. I materiali utilizzati prevedono che gli elementi acquistati presentino verniciatura a norma di legge; in caso di ritinteggiatura per scelta dell’acquirente, al fine di soddisfare il gusto del bambino, è ovviamente obbligatorio che la tipologia di vernice acquistata rispetti le norme comunitarie di sicurezza e quindi sia atossica e priva di qualsiasi caratteristica in grado di causare ogni rischio e pericolo e materiale ignifugo per l’assemblaggio.

Da quali materiali sono composte le casette per bambini

Esistono casette in plastica e in legno. Le prime, in genere più economiche, sono solitamente preconfezionate e necessitano del solo assemblaggio, con accessori già in dotazione dalla fabbrica e con i colori prestabiliti. La casetta in legno per bambini, invece, offre la possibilità di poter scegliere il colore: vengono vendute, infatti, con il legno al naturale, e la vernice per colorarlo a parte: in questo modo si crea un’occasione di complicità tra il genitore e il bambino, magari verniciando la casetta insieme, assecondando le preferenze del piccolo di casa. Ovviamente l’obbligo d’uso di vernici atossiche in rispondenza alle direttive di sicurezza della comunità europea.

Usualmente anche la versione in legno comprende materiale plastico: le porte e le finestre vengono comunque prodotte con tale materiale, anche se esistono case completamente prodotte con il legno; sono, di solito, quelle costruite sugli alberi, le famose case sugli alberi che tanta parte hanno conquistato nell’immaginario popolare dei bambini, grazie a film e libri.

Dimensioni medie delle casette per bambini

Le dimensioni delle casette per bambini, come detto, possono variare innanzitutto in rapporto al piccolo destinato a usarla. È evidente che un bambino di 2 anni troverà abbondante uno spazio vitale che per un bambino di 9 risulterà claustrofobico. Detto ciò è ugualmente possibile che lo stesso bambino di due anni disponga di una casetta piccola perfino per lui. Si ritiene che per un bambino di età fra i 2 e i 5 anni sia più che sufficiente e gratificante un ambiente in cui comunque abbia la possibilità di trascorrere del tempo e spostarsi all’interno, paragonabile allo spazio di cui possa disporre un adulto all’interno di una stanza dell’appartamento. Stesso discorso per un bambino di età più avanzata; tutto è relativo, di conseguenza l’equivalente di una stanza da adulti trasposta alle dimensioni di bimbo fa sì che possa apparire per lui comoda una stanzetta, meglio se divisa in più ambienti. Ricavare un’equazione fissa che sia in grado di garantire il benessere del bambino in rapporto allo spazio disponibile è tuttavia assai arduo: il tutto dipende da come il bambino vive la propria casetta, se come ‘pensatoio’, quindi come un luogo dove sognare e fantasticare in solitudine, oppure come terreno di gioco, nel qual caso, ovviamente, gli spazi per garantire la gratificazione del piccolo dovrebbero ampliarsi, in modo tale più settori vivibili. Al netto delle considerazioni finora esposte, e per pura completezza d’informazione, va sottolineato come la misura media delle casette per bambini vendute oscilli da, per un bambino piccolo, 1,50×1,50 (lunghezza e larghezza), per 1,50 di altezza, sormontata da un tetto che ne aumenta leggermente la cubatura; per un bambino più grande 2,50×2,50 (lunghezza e larghezza) per 2,50 di altezza, sormontata anch’essa da un tettuccio.

Caratteristiche di design delle casette per bambini

La casa giocattolo può presentarsi in svariate forme, colorazioni, assemblate da diversi materiali, la forma tipica ricorda una casetta in tutto e per tutto, ma non è detto che si possa andare oltre lo schema base, sorprendendo il proprio bambino con una piccola dimora che, anziché assomigliare alla classica casina, rivesta forme più originali, quali un castello, una baita, una grotta; la funzione è la stessa, consentire al bambino di disporre di un luogo suo, dove poter sviluppare il proprio pensiero e la propria fantasia in maniera autonoma con notevoli benefici per lo sviluppo del suo Io.

Può essere munita, a seconda del prezzo di listino, di un certo numero di accessori tali da renderla il più possibile simile al modello che si è voluto acquistare; nel caso si tratti della classica casetta, avremo l’opportunità di dotarla di varie stanzette in miniatura, nel caso si sia acquistato un piccolo castello per bambini, magari, si cercherà di abbellirlo con una riproduzione di caminetto, imitando i castelli medievali. Le casette possono essere anche dotate di accessori esterni, come uno scivolo, o una staccionata, o anche un’altalena. Esistono, inoltre, casette ispirate ai personaggi dei cartoni animati preferiti dai bambini. Quindi potremmo magari arricchire la casetta con accessori ricordanti il mondo delle fiabe, memori di Hansel e Gretel e della casetta di dolciumi, oppure aggiungendo elementi che possano far sognar il bambino in un’avventura di supereroi, o perché no rifarsi all’eterno mondo Disney dipingendo sulle pareti della nostra casetta personaggi scelti tra i paperi o i topi. Insomma, l’arredamento dei vari modelli presenta possibilità pressoché illimitata, per la scelta delle quali, ovviamente la bussola da seguire è la disponibilità economica. Nel caso volessimo orientarci per una scelta low cost, non mancano le possibilità, grazie alla rete: è infatti possibile acquistare casette da giardino per bambini economiche, monitorando i siti alla ricerca di casetta da giardino per bambini offerte; di certo, così come avviene come per qualsiasi altra tipologia di merce in vendita, le occasioni di vendita casette per bambini non mancheranno.

Riguardo all’uso a cui vengono a volte destinate le casette, è necessario un breve cenno a un’abitudine abbastanza particolare: l’acquisto di una casetta per l’animale domestico; un eccesso, senza dubbio, ma che nel mercato degli animali in piena espansione, trova perfettamente una sua logica e ragione di essere. Ovviamente, tale destinazione, è indubbiamente più adatta al compiacimento del padrone piuttosto che di quello dell’animale, così come avviene per ogni costoso accessorio posto in vendita per cani e gatti.

Ci vuole molto tempo per allestire una casetta per bambini?

Le casette per bambini, generalmente, sono molto semplici da costruire e non richiedono nozioni particolari o competenze specifiche, in quanto costituite da pannelli prefabbricati che richiedono solamente un adeguato avvitamento; inoltre, le operazioni di montaggio sono esplicate passo dopo passo, tramite immagini, dal manuale in dotazione all’articolo, che segue pedissequamente ogni manovra. Inoltre, nel prodotto sono compresi tutti i materiali necessari ai fini della costruzione, quindi non solo i pannelli (pareti, tetto, pavimento, finestre, porte), ma anche il necessario per il montaggio: troveremo infatti le viti, le cerniere, i vetri e tutto l’occorrente per un assemblaggio facile e veloce, senza essere costretti a cercare questi materiali, per esempio, da un ferramenta, come accade spesso in occasione di oggetti che richiedono pile e batterie, di solito non incluse nel pacchetto, con conseguente perdita di tempo dovuta alla ricerca, spesso non immediata. Nel caso delle casette bimbi, non solo troviamo già tutto compreso nella scatola, ma inoltre non dobbiamo neanche ricorrere a un aiuto esterno, gravoso dal punto di vista economico nonché fastidioso per la perdita di tempo necessaria per il reperimento della persona giusta: con un po’ di manualità e un minimo di impegno si e in grado di provvedere alla costruzione della casetta bambino con, in più la soddisfazione che è propria di chi svolge in prima persona il compito. Se dobbiamo considerare il tempo necessario trascorso dalla decisione dell’acquisto all’assemblaggio completo, è ovviamente, necessario considerare due ipotesi: l’acquisto online o l’acquisto in negozio. Come ogni oggetto in vendita, la casetta bimbi è reperibile tramite acquisti in rete presso numerosi siti specializzati, oltre che in negozi on line, anche membri di celebri catene di vendita. Si deve considerare naturalmente un lasso di tempo utile a ricevere il pacco ma, di solito tale svantaggio è compensato da un risparmio sul prezzo di mercato. Si dovrà magari attendere una settimana ma ne varrà la pena.

Qual è la fascia di prezzo media delle casette per bambini

Come per ogni articolo, anche per le casette per bambini a varietà di tipologia corrisponde varietà di casette per bambini prezzi. Ne esistono di economiche, con un costo intorno ai 10 euro, fino ad arrivare a cifre ben più importanti, addirittura di migliaia di euro. Per fortuna, soprattutto online, esiste la possibilità di ricercare casette gioco scontate, magari di seconda mano, perché messe in vendita da genitori che ritengono il proprio figlio ormai troppo grande per potercisi divertire, e magari, perché no, per poter rientrare nell’investito compiuto a suo tempo, anche alla luce del fatto che, posto che sia assai gradevole conservare dei ricordi dell’infanzia dei figli, è assai più facile, per ragioni di spazio, indirizzarsi magari su un orsacchiotto.

Data la variabilità dei prezzi, di pari passo con la maggiore o minore qualità, il numero di accessori, ecc., è tuttavia ragionevole ipotizzare un modello medio in grado di poter soddisfare le esigenze del bambino, che si collochi tra quelli super economici e quelli extra lusso. Come detto, il range di costo parte da poche decine di euro per tendere, probabilmente, all’infinito, con esborsi di somme tali da permettere l’acquisto di ben altro genere di prodotti, ma un esemplare soddisfacente dotato di pochi accessori e di uno spazio sufficiente affinché il bambino possa crearsi un proprio habitat, è acquistabile per un prezzo che si aggira attorno ai duecento, trecento euro. Per tale somma è ragionevole supporre la corresponsione di un esemplare sobriamente accessoriato, e, nel caso dovessimo risparmiare sull’assemblaggio occupandocene di persona, il sovrappiù di denaro potrà essere utilizzato nell’abbellimento della casetta.

Come scegliere una casetta per bambini

Come già detto, esiste una varietà di casette bambini quasi infinita, per cui non sempre è facile orientarsi sulla tipologia di tale prodotto. Innanzitutto, sarà opportuno decidere in che luogo della nostra proprietà vogliamo posizionarlo. Se vogliamo le casette gioco per bambini da interno, a meno che non si disponga di un vano decisamente ampio, sarà opportuno optare per una casetta di dimensione medio-piccola. Se invece abbiamo a disposizione un giardino, o, in generale, un grande spazio libero da voler destinare all’intrattenimento di nostro figlio, come anche una vasta terrazza, ecco che la scelta si amplia decisamente. Avremo così la possibilità di acquistare casette da giardino per bambini di dimensioni maggiori, con conseguenti comodità e accessori in numero crescente.

Una discriminante nell’acquisto di una casetta per bambini è costituita senza dubbio dall’età del bambino a cui è destinata. Un bambino in tenerissima età, intorno ai due, tre anni, non potrà godersi, né interagire in tutta sicurezza con determinati accessori che alcune casette potrebbero fornire; così come presso i giardini per bambini in prossimità di alcune attrazioni è posto il cartello ‘Vietato ai minori di’, così è sconsigliabile che quelle stesse attrazioni siano presenti nella casetta destinata al piccolo. Meno restrizioni, ovviamente, nel caso che il bambino sia leggermente più grande, e quindi perfettamente in grado di utilizzare, per esempio, uno scivolo e simili.

Un’ulteriore scelta può essere compiuta basandosi sui materiali con cui si intende costruire la casetta. Posto che le regole di costruzione devono obbedire a canoni di sicurezza sanciti precedentemente, nello spazio lasciato libero dalla legge vigente, è possibile che si privilegi, ad esempio, materiali plastici oppure in legno, a seconda dell’effetto che vogliamo creare. Di certo una casetta per bambini costruita in legno offre un’immagine magari più romantica e vintage. Di contro, l’utilizzo di materiali plastici, maggiormente versatili, dà la possibilità di far correre più liberamente la fantasia, data la disponibilità e la vastità dell’offerta, che arriva addirittura a permettere scelte tra diverse tipologie di plastiche: il tutto, come detto, in obbedienza a direttive di legge.

È chiaro che il protagonista che sta alla base di tutte le nostre scelte è il bambino, il quale, se in età tale da poter esprimere le sue preferenze, certamente lo farà. In tal caso, ovviamente, sarà cura dei genitori valutare se assecondare e fino a che punto i suoi desideri e fantasie, tenendo ovviamente conto di fattori quale sicurezza e spazio, come appena detto, nonché di prezzo di listino.

Come prendersi cura adeguatamente di una casetta per bambini

Una casetta giocattolo necessiterà, per poter durare nel tempo, di varie attenzioni e accorgimenti. Così come accade per le vere case, capita che spesso molti difetti e magagne nascano dalla fonte: nel nostro caso, dall’assemblaggio. È indubbiamente bello e romantico che sia il padre o un familiare a montare la casetta al proprio bambino. Tuttavia appare chiaro come la mancanza di competenze specifiche possa viziare fin dall’inizio l’oggetto, rendendolo inevitabilmente più fragile e più facile al deperimento: come si suol dire, la buona volontà non basta. Di conseguenza, l’utilizzo di materiali non consoni, o, pur in possesso di materiali adeguati, l’inesperienza nell’assemblarli, può provocare dei vizi di base che chiaramente col tempo possono solo peggiorare, in tal caso si deve valutare non solo la minor durata dell’oggetto, con conseguente perdita economica, ma, sopratutto, la salute e sicurezza del bambino, che magari può subire danni a causa dell’errato montaggio: può staccarsi una parte della struttura e quindi ferirlo; può, senza che i genitori se ne accorgano, passare una giornata nella sua casetta con il pavimento coperto d’acqua a causa di infiltrazioni e così via. Si consiglia quindi, se non si vuole optare per l’acquisto di una casetta già assemblata, di rivolgersi a personale qualificato, se non per montarla, piacere che spesso un genitore non si vuol togliere, quantomeno per esaminarla e verificarne la regola d’arte.

Quanto dura una casetta per bambini?

La casetta gioco bambini appare essere un bene, per propria natura, deperibile. Posto che, pur assomigliando a una vera e propria casa, non ne detiene certo le medesime caratteristiche e peculiarità per quanto concerne l’impermeabilizzazione, o il trattamento a protezione di vento o altri agenti atmosferici, è naturale che, a seconda dell’uso che se ne fa, e della postazione nella quale è collocata, la durata risulti variabile. Ricordiamoci come le stesse case vere e proprie presentino una durata nel tempo variabile addirittura in caso di presenza di aria salmastra o meno: immaginiamo come tutto questo possa influire sulla casetta di plastica o legno. È ovvio che un modo per allungarne la vita è dato dal ricoverarla ogni sera in un posto chiuso e asciutto; lasciata alla mercé degli elementi, la durata si riduce drasticamente.

L’alea concernente la durata nel tempo della casetta è altresì dato dall’uso che se ne fa; un bambino leggermente più grande, probabilmente, trattandola come una vera e propria casa, ne preserverà l’integrità assai più di un bambino piccolissimo magari meno controllato nel rapportarsi a essa. Consigliabile, inoltre, non esporla durante le calde giornate estive, perennemente ai raggi del sole, proteggendola da raggi UV, in grado di deperire la verniciatura, causando un notevole danno estetico.

 

1. Feber Famosa 800010248 Revisione

La Feber FA.MO.SA. (l’acronimo sta per Fábricas Agrupadas de Muñecas de Onil, S.A.U ) è un’azienda spagnola, con sede ad Alicante, volta all’intrattenimento dei più piccoli. La sua particolarità riguarda la tipologia dei giochi proposta: sono tutti articoli che riguardano sì i bambini, ma che coinvolgono anche l’intera famiglia: troviamo infatti, tricicli, altalene, macchine per bambini, tutti prodotti che prevedono la complicità del genitore.

Ne è un esempio la Feber Famosa 800010248, una casetta per bambini in plastica, dai colori luminosi, dotata di una porta con chiave finta, due finestre, abbastanza grande da poter ospitare più di un bambino. Anche se all’interno non dispone di accessori, all’esterno, nella parete senza finestra, è stata aggiunta una graziosa griglia per ottenere un effetto barbecue; gli accessori esterni non sempre sono disponibili per le casette, e questo rende tale gioco più completo rispetto ad alte casette per bambini che, magari simili, non posseggono oggetti opzionali. Per le sue dimensioni è adatta sia per il giardino sia per la stanzetta del bambino.

Questo articolo ha riscosso grande successo tra i clienti Amazon, per un totale di 4,8 stelle su 5, con 92 recensioni all’attivo, tra le quali risulta che l’85% ha dato 5 stelle, il 14% ha dato 4 stelle e l’1% una stella.

Molto apprezzate la facilità di assemblaggio, la spaziosità dell’articolo, il materiale, considerato di ottima qualità e resistente, i colori luminosi. Unico appunto rilevato è la posizione della porta, posta sulla parete più bassa, che obbliga un bambino grandicello a chinarsi per entrare.

Per le sue caratteristiche, tale casetta per bambini si pone in una fascia media di prezzo, magari non tra le più economiche, ma la qualità non fa rimpiangere il denaro speso.

Vantaggi:

  • Spaziosa
  • Facile da assemblare
  • Accessorio esterno
  • Materiale di qualità

Svantaggi:

  • Porta piccola

 

2. Smoby 7600310263 Revisione

La Smoby è un’azienda francese specializzata in giochi per bambini. Negli ultimi decenni ha assorbito ben sei aziende europee, rivolte a settori di mercato specifici per l’intrattenimento degli infanti. Smoby propone molti articoli da sfruttare all’aria aperta, come le casette per bambini, scivoli, macchine per bambini e cavalcabili in genere, apprezzati dai più piccoli ma anche dai genitori, in quanto sì coloratissimi, ma anche sicuri; sono tutti giocattoli che rispondono alle norme della comunità europea: le altalene, per esempio, sono dotate di cinture di sicurezza.

Smoby non offre solo soluzioni per l’aria aperta, ma anche articoli per giocare in casa, o comunque in luoghi dove può mancare spazio: le costruzioni ne sono un esempio, grandi e colorate per bambini dai 18 mesi in su, e per bambini un po’ più grandi.

La Smoby 7600310263 è una casetta per bambini in plastica, dotata di due porte, due finestre con persiane, senza accessori interni o esterni, robusta e facile da montare. Ha ottenuto 4.7 stelle su 5 da parte dei clienti Amazon, con un totale di 380 recensioni: l’84% ha dato 5 stelle, 13% ha dato 4 stelle, 2% ha dato 3 stelle, e l’1% una stella. È stata molto apprezzata per la sua robustezza e spaziosità, la facilità di assemblaggio, i colori sobri e la leggerezza del materiale, che permette di spostare il gioco senza problemi. Tra le critiche, alcuni clienti si sono lamentati della condizione dell’oggetto spedito, a volte graffiato, a volte addirittura rotto. Altri, invece, sostengono che per la fascia di prezzo in cui sono inserite, tali casette mancano di accessori, di cui in effetti sono prive. In generale, ad ogni modo, si tratta di particolari legati soprattutto ai problemi di spedizione.

Vantaggi:

  • Robusta
  • Facile da assemblare
  • Ampia

Svantaggi:

  • Consegna difettosa
  • Non dispone di accessori

 

2. Feber Famosa 800008590 Revisione

La Feber Famosa 800008590 è molto più di una casetta per bambini…è una villa! Molto più grande rispetto alla dimensione media di una tipica casetta per bambini, simula proprio una villetta, con due panchine all’esterno, un piccolo tavolinetto verde tra le due come se fosse un vero e proprio tavolo da pic nic, due ringhiere verdi e un cancelletto, di colore rosso come le finestrelle. Una vera villetta di campagna! Anche se di plastica, il colore marrone chiaro simula il legno, con un effetto caldo e accogliente. La casetta è munita sia di ante apribili, sia di aperture non semovibili volte a ricevere luce e al ricambio d’aria, con il risultato di illuminare l’ambiente creando l’effetto dell’aumento di spazio. Inoltre, simula un ambiente sopraelevato, aumentando l’ampiezza dello spazio interno, dando la possibilità di accedere all’interno anche a un adulto e tramite la piccola balaustra e le finestrelle poste in alto si ottiene anche in questo caso un incremento della luminosità. Per le dimensioni, tale casetta è ottima per ambienti esterni. Anche se molto grande, la leggerezza dei materiali con cui è prodotta consente di spostarla con molta facilità.

Su Amazon ha ottenuto 4.6 stelle su 5, con 293 recensioni: il 77% ha dato 5 stelle, il 19% ha dato 4 stelle, il 2% ha dato 3 stelle e sempre il 2% ha dato 2 stelle.

Molto apprezzata per la facilità di assemblaggio, la robustezza e l’ampiezza, è un ottimo articolo per chi può permettersi di tenerla in un giardino: così grande e spaziosa, il divertimento per il bambino e i suoi amichetti è assicurato!

Le critiche riguardano principalmente la spedizione, effettuata a volte con ritardo, o con pezzi mancanti, e alcuni hanno riscontrato difetti di fabbrica.

Vantaggi:

  • Spaziosa
  • Facile da montare
  • Leggera

Svantaggi:

  • Problemi di spedizione

 

4. Feber Famosa 800010237 Revisione

La Feber Famosa 800010237 è una casetta per i bambini più piccoli, dotata di 3 finestrelle senza ante e un cancelletto in funzione di porta, adatta appunto ai più piccini in quanto la struttura consente al genitore di non perdere mai di vista il bambino, che può così liberamente esprimersi nei propri giochi, in piena autonomia dato l’apparente distacco dai genitori tale da infondere nel bambino stesso un maggior senso di libertà, laddove invece la sorveglianza genitoriale è ben salda e presente. Dai colori sobri, infatti le pareti sono di colore bianco e verde tenue, il tetto rosso, è assai maneggevole in virtù del materiale utilizzato, ovvero la plastica. L’assenza di pareti o copertura di colore scuro fa sì che anche in una bella giornata di sole non sia soggetta a surriscaldamento dei componenti mantenendo la temperatura ambientale. Per via delle dimensioni, è possibile tenerla sia in giardino che in casa, trasportandola senza alcun tipo di problema. Ha ottenuto 4.3 stelle su 5 su Amazon, con un totale di 139 recensioni: il 54% ha dato 5 stelle, il 32% ha dato 4 stelle, il 9% ha dato 3 stelle, il 2% ha dato 2 stelle e il 3% ha dato 1 stella. Molto apprezzata per la robustezza, il grazioso design, con le pareti munite di adesivi, e il buon rapporto qualità prezzo, mentre tra le lamentele alcuni clienti hanno riscontrato una leggera difficoltà di assemblaggio, però ovviabile tramite l’ausilio di addetti al montaggio.

La sua compattezza e l’assenza di ante la rendono adattissima per un divertimento in totale sicurezza per i più piccoli; inoltre le rifiniture sono curate tale da rendere la casetta assai accattivante dal punto di vista estetico.

Vantaggi:

  • Compattezza
  • Possibilità di guardare all’interno a distanza
  • Rapporto qualità prezzo
  • Robustezza

Svantaggi:

  • Difficoltà di assemblaggio

 

5. New Plast CP1390 Revisione

L’azienda New Plast, fondata nel 1984, opera, a livello internazionale, nel settore degli imballaggi. Ha sede a Copertino, in provincia di Lecce; è un’azienda affidabile, con anni di competenza, sempre attenta alle cure e richieste del cliente, professionale: tutte queste caratteristiche la rendono decisamente appetibile e all’avanguardia.

New Plast CP1390 è una deliziosa casetta per bambini che cura particolarmente il design, con le sue curve rotonde e disegni incisi sulle pareti. È composta da una porta, due oblò, e una finestrella con due ante; le pareti sono rosse, gialle e blu: date le caratteristiche, ricorda una casa delle fiabe, sicuramente apprezzatissima da più piccini e anche dai grandi, dato che la casetta si pone in una fascia di prezzo medio bassa. È indicata per gli interni. Ha guadagnato 3.3 stelle su 5 su Amazon, con 121 recensioni: il 40% dato 5 stelle, il 24% ha dato 4 stelle, l’11% ha dato 3 stelle, l’8% ha dato 2 stelle e il 17% ha dato 1 stella.

La maggior parte degli acquirenti ne ha apprezzato il design e la compattezza; date le dimensioni è infatti ideale per la cameretta del proprio figlio, ed è anche adatta a far correre con la fantasia i bambini più piccoli; tra le lamentele risultano dei difetti riscontrati alla consegna, con parti danneggiate o scheggiate; per alcuni il materiale con cui è costruito è troppo leggero, e i bambini rischiano di rompere il giocattolo mentre ci giocano.

Per una corretta manutenzione del gioco, è consigliabile assicurarsi di aver assemblato nel migliore dei modi le parti, in modo da risultare il più stabile possibile. È inoltre consigliato di non esporla troppo alla luce diretta del sole per non correre il rischio di sbiadimento del colore.

Vantaggi:

  • Compatta
  • Design originale

Svantaggi:

  • Plastica leggera
  • Difetti alla consegna

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui