Chi ha inventato il phon? Utilizziamo questo strumento di bellezza quasi tutti i giorni, e chissà quante volte ti sarai chiesto quale sia la sua storia.

Innanzitutto, cerchiamo di capire da dove deriva il suo nome, phon, conosciuto più colloquialmente come Fon. Quest’ultimo era proprio il nome dell’azienda tedesca AEG che inizio a produrne i primi modelli negli anni 30. Il brand sarebbe poi stato acquisito nella seconda metà degli anni Novanta dalla casa svedese Electrolux.

Ma chi ha inventato il phon? Il vero e proprio brevetto è apparso ben prima dello scorso secolo. Il primo asciugacapelli, pare, fu creato nel 1890 in Francia da un certo Alexander Godefroy, che lo usò per prima nel suo salone di bellezza. Ovviamente il suo prototipo era ben lontano dall’asciugacapelli a cui siamo abituati oggi. Si trattava, infatti, di una sorta di sedia a cui era collegata una cuffia. Quest’ultima era attaccata ad un’estremità di un tubo, che la unica al camino di una stufa.

Un progetto molto innovativo, ma sicuramente pericoloso. Ecco perché nel 1911, l’inventore statunitense Gabriel Kazanjikan ne comprò il brevettò. Il suo asciugacapelli era un elemento riscaldante alimentato a energia elettrica e con un flusso d’aria meccanica. Quest’ultimo era azionato a mano. in pratica, la cliente si sedeva sotto il casco, mentre l’aria calda veniva soffiata sui suoi capelli attraverso una manovella.

L’idea di usare l’elettricità si dimostrò geniale, e dal 1920 in poi molti individui in Francia, Germania e negli Stati Uniti furono in grado di progettare e commercializzare i primi asciugacapelli elettrici.

phonQuesti strumenti erano davvero ingombranti e poco pratici da usare. Nonostante le loro dimensioni non molto compatte, ottennero comunque un grande successo, e conquistarono un’ampia fetta di consumatori. Anche per questo motivo, molte aziende lavorarono duramente per perfezionare il progetto, arrivando ad ottenere modelli sempre più pratici e funzionali. Soltanto dal 1970 in poi, però, i modelli per uso casalingo iniziarono a configurarsi con caratteristiche sempre più simili a quelle delle controparti usate dai professionisti nei saloni di bellezza.

Ormai la differenza fra phon per uso domestico e modelli professionali è davvero minima. Gli stessi modelli potrebbero benissimo essere usati da vari livelli di utenza, e le aziende produttrici di questi strumenti hanno ormai capito quanto anche il mercato domestico possa essere importante. Grazie anche ai vari tutorial che spopolano sul web, è adesso molto facile ottenere una bella piega o un’acconciatura alla moda anche a casa propria, senza l’aiuto di un parrucchiere!

Sicuramente gli asciugacapelli che usiamo adesso sono molto pratici, e alcuni rappresentano dei veri e propri gioiellini di tecnologia. Sarebbe però errato pensare che essi siano perfetti. La tecnica e la tecnologia si evolvono, e anno dopo anno sempre nuovi modelli vengono lanciati sul mercato, apportando piccole o grandi migliorie a tutto il settore.

Non è quindi errato immaginare che fra qualche decennio si parlerà dei modelli contemporanei come fossero ormai delle reliquie, ed essi saranno considerati poco pratici e scomodi così come noi giudichiamo gli strumenti usati nello scorso secolo!

 

Ulteriori letture

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui