Sempre più individui si convertono ad un’alimentazione vegana. Le motivazioni sono molteplici: possono esserci ragioni etiche, guidate dall’amore per gli animali o dal rispetto per la natura, ma anche motivi di salute. Gli esperti, infatti, hanno stimato che un abuso di latticini e carne può contribuire all’insorgenza di diverse patologie, soprattutto negli individui ad essere predisposte.

Se l’alimentazione vegana ti incuriosisce, sicuramente troverai utile queste sette ricette, che ti permetteranno di capire, nell’arco di una settimana, se sei pronto ad abbandonare la carne ed i suoi derivati. La dieta vegana è infatti spesso vittima di confusione e ignoranza: in molti pensano erroneamente che essa sia sinonimo di sacrifici e rinunce, e che non permetta di assumere correttamente i nutrienti necessari. Tutto ciò non è assolutamente vero, o almeno non lo è quando l’alimentazione vegana viene seguita in modo coscienzioso. Se hai dei dubbi a riguardo, il consiglio migliore è quello di rivolgersi ad un nutrizionista, che ti spiegherà cosa mangiare in modo da non privare il tuo corpo dei nutrienti che esso necessita

I consigli di un professionista sono necessari soprattutto quando la dieta vegana si applica ai più piccoli o agli adolescenti in pieno sviluppo. Essa è inoltre generalmente sconsigliata per le donne incinta o in fase di allattamento. Abbiamo comunque stilato un menu settimanale vegano e completo, che ti aiuterà a capire come sia possibile rinunciare ai derivati animali senza però soffrire la fame!

Ti accorgerai fin da subito che è possibile seguire un’alimentazione vegana completa e sfiziosa pur non spiccando per le proprie doti in cucina. In alternativa, per semplificare le cose, puoi decidere di preparare le tue ricette vegane aiutandoti con il Bimby o con qualsiasi altro elettrodomestico che funga da ausilio nella preparazione del cibo. Spesso questi apparecchi sono accompagnati da un libro di ricette dedicato, ma ne troverai sicuramente altre su Internet da cui prendere spunto. Non è difficile, tra l’altro, trasformare una ricetta “onnivora” in una alternativa vegana, basta un po’ di fantasia!

Spesso la dieta vegana è associata alle insalate, e quindi ad un senso di tristezza a tavola. Non è assolutamente vero! Esistono diversi modi per condire un’insalata, sia d’inverno che d’estate, trasformandola in un alimento completo, sfizioso e che sazi anche i più voraci. Alcuni ingredienti molto buoni in insalata sono i cavoletti di Bruxelles, le carote, i peperoni, i funghi, ma anche il farro, il cous cous, la bietola ed il radicchio. Insomma, non ci sono limiti alla fantasia. Lo stesso vale per le salse ed i condimenti. Ormai sul mercato si trovano le alternative vegane di tantissime salse, dalla maionese alla mostarda. In alternativa, puoi decidere di preparare tu stesso i condimenti in casa, così da personalizzarli in base al tuo gusto.

  • Paste e risotti non sono da meno. Anche questi primi piatti, considerati tradizionali e tanto cari alla cultura del cibo italiana, possono infatti rivelarsi gustosi e sani anche in chiave vegana. Si tratta di piatti semplici, che non richiedono elettrodomestici complicati quali un’impastatrice, e sono tutti molto veloci da preparare.
  • Farfalle con panna, mais, olive e carciofi. Per un’alternativa healthy, condisci la pasta senza panna, altrimenti troverai in commercio delle versioni vegetali comunque più leggere di quella composta da derivati del latte. Puoi decidere di servire questa pietanza anche fredda, evitando quindi la panna, e proponendola come una gustosa insalata per l’estate.
  • Noodles con carote e zucchine. Conditi rigorosamente con salsa di soia o salsa agrodolce, entrambi condimenti gustosi e soprattutto vegani. I noodle possono essere di soia o di riso. Per un’alternativa più italiana, sostituisce i noodle con degli spaghetti o delle linguine. Un successo in tavola assicurato!
  • Risotto con zucca e prezzemolo. Un evergreen autunnale, quando la zucca la fa da padrone sulle nostre tavole. Il prezzemolo esalta il sapore della zucca e lo rende più gustabile anche dai più piccini. Trattandosi di un piatto vegano, non dovrai usare il formaggio o il burro per mantecare il risotto. Puoi provare ad usare dell’olio extravergine di oliva o del burro vegetale. Se usi del riso per risotti, comunque, la mantecatura potrebbe non essere necessaria.
  • Tagliatelle al pesto. Il pesto per antonomasia è quello con basilico, pinoli e parmigiano, originario della Liguria. Puoi però sperimentare diverse alternative, usando per esempio della soia, dei pomodori secchi, ma anche tanti altri gustosi alimenti. Online troverai tantissime idee per reinventare il pesto in chiave vegana! Altrimenti puoi comunque proporre il tradizionale pesto di basilico, evitando però di usare il formaggio. Puoi preparare il pesto in casa, o comprarne di già pronto in qualsiasi supermercato. Per i più piccoli consigliamo di usare una pasta corta al posto delle tagliatelle, in quanto queste ultime potrebbero risultare più difficili da mangiare in autonomia.
  • Pennette carciofi e rucola. La rucola è la regina indiscussa dell’estate, e non tutti sanno quanto buona diventi insieme ai carciofi. Per reinventare questa ricetta, potresti provare ad usare dei carciofi sott’olio (che non necessitano quindi di essere ripuliti) e provare ad usare del riso o dell’orzo freddo al posto della pasta. I bambini la ameranno e mangeranno anche la verdura apprezzandola.
  • Panini con burger di soia. I burger di soia possono essere ottenuti anche in casa, e prepararli e molto semplice. Online troverai anche delle ricette alternative che, al posto della soia, prevedono dei legumi. Puoi poi condire il panino come preferisci, usando pomodori, verdure fresche di stagione e salse. Se non hai tempo di preparare i burger in casa, troverai in commercio diverse alternative, spesso e volentieri nel reparto surgelati. Controlla sempre gli ingredienti per essere sicuro di star acquistando del cibo sano, con il giusto apporto di calorie e nutrienti soprattutto per i più piccoli.
  • Polpette di lenticchie. Anche questa ricetta è molto utile per far mangiar la verdura anche ai più piccini. Preparare le polpette è molto semplice e, data la composizione delle lenticchie, non avrai bisogno di formaggio o di uova per legare tutti gli ingredienti. Se non ami le lenticchie o se preferisci un’alternativa meno invernale, puoi provare ad usare delle melanzane o dei ceci.
Per favore, valuta questo articolo:
[Totale: 0 Medio: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui