L’hiking, conosciuto anche come escursionismo, è un’attività motoria sempre più voga. Inizialmente considerata un’esclusiva dei soggetti più allenati, ormai anche le famiglie si sono lasciate coinvolgere da quest’attività all’aria aperta. Coinvolgendo anche i bambini, infatti, questa occasione diventa un modo per spiegare loro l’importanza di una convivenza rispettosa con la natura.

L’hiking vero e proprio, generalmente, è considerato tale solo quando svolto in percorsi lunghi o poco agevoli, che richiedono un abbigliamento e delle scarpe adatte. Ecco perché l’hiking spesso si fonde con il trekking. Quest’ultima attività deriva dal verbo inglese to trek, ovvero camminare lentamente o fare addirittura un lungo viaggio. Il verbo to hike, dal quale l’hiking prende il nome, significa invece camminare.

Anche se non sei un individuo particolarmente allenato, o se non sei interessato ai sentieri più impervi, nulla ti vieta di ritagliarti uno o più giorni per godere della natura. Diverse agenzie propongono ormai i cosiddetti viaggi trekking, nei quali si possono scoprire bellissimi luoghi adatti a tutti… anche alle famiglie!

Affrontare questi viaggi a piedi può quindi diventare una bellissima esperienza anche per i più piccoli, che finalmente scopriranno una realtà naturale ed incontaminata che non potrebbero osservare diversamente nella loro quotidianità. Non tutti purtroppo vivono vicino riserve naturali o in aree verdi, ed ecco perché sempre più esperti consigliano di dedicare almeno una settimana all’anno a dei viaggi all’aperto.

Gironzolare in mezzo al verde, per quanto bello e affascinante, potrebbe però presto risultare troppo noioso per i più piccoli. I bambini, soprattutto nei primi anni di vita, hanno infatti bisogno di completi stimoli. Questo accade anche e soprattutto quando la vita in città, a contatto con smartphone e videogiochi, li ha abituati ad essere sempre impegnati nel fare qualcosa. La stessa esigenza si ripresenta negli adolescenti, che sono ancora troppo giovani per apprezzare la semplice magia di perdersi nella natura.

Per questo motivo, è consigliabile trovare delle attività che possano coinvolgere tutti, grandi e piccini, e trasformare anche una semplice passeggiata nel verde in una piccola, grande avventura. Ad esempio, potresti decidere di provare un metal detector! Ti sarà sicuramente capitato di vederne uno in qualche film, magari utilizzato per ritrovare tesori sepolti da tempo in aree altrimenti inimmaginabili e super segrete.

Per quanto la possibilità di trovare una cassa piena d’oro sia obiettivamente remota, quello che possiamo assicurarti è che questo semplice strumento conquisterà fin da subito tutta la famiglia! Puoi decidere di acquistarne uno, ma in alcune aree verdi dedicate alle famiglie e agli esploratori solitari non è difficile trovare dei servizi di noleggio. Il costo, in entrambi i casi, è davvero contenuto… e ciò che troverai sepolto nel terreno sarà tuo per sempre!

Non è raro venire a conoscenza di storie di famiglie che, divertendosi con un metal detector, hanno trovato dei cimeli storici ritenuti importanti e quindi adesso conservati nei musei. Inoltre, con uno di questi strumenti potrai spiegare ai tuoi bambini l’importanza del senso della curiosità, ma anche del rispetto per la natura.

Ricorda, se decidi di scavare per scoprire cosa avete trovare, di verificare in anticipo se questa operazione è consentita in quella zona. Inoltre, nel caso dovessi procedere, evita di scavare o creare caos nelle zone vicine alle tane degli animali selvatici, soprattutto nel periodo del letargo. Se non sei sicuro su come muoverti, chiedere consiglio ad una guardia forestale o ad un membro dello staff (nel caso di parchi naturali o riserve chiuse) è sempre l’idea migliore.

Prima di partire all’avventure per le tue vacanze trekking, soprattutto se si tratta della prima esperienza simile, è necessaria una breve ma importante preparazione. Innanzitutto, dovrai conoscere bene quale tipo di percorso ti accingerai a seguire: il tipo di suolo, i punti di orientamento maggiori, l’eventuale dislivello, e il tempo stimato per concluderlo. In alcune situazioni è importante anche conoscere se sono presenti luoghi in cui rifugiarsi o in cui montare le tende, soprattutto se la tua avventura durerà più giorni.

Informarsi preventivamente riguardo le condizioni metereologiche è sempre una buona idea. Ovviamente non potrai mai avere una certezza matematica che esse sia esatto, perciò ti consigliamo di inserire nel tuo zaino un ombrello o un impermeabile. A proposito di abbigliamento, anche questo aspetto non va assolutamente trascurato! In particolare, le calzature, che diventeranno presto le tue alleate migliori.

In commercio troverai tantissime scarpe specificatamente realizzate per il trekking, che ti offrono comodità, robustezza, e protezione dalla pioggia. Negli stessi negozi dedicati alle attività outdoor troverai anche i restanti accessori: zaini, tende, fornelli da campo e stoviglie. Insomma, tutto l’occorrente per trasformare le tue avventure in vere e proprie esperienze di vita. Se viaggi con bambini, avrai bisogno di accessori ad essi dedicati. In caso di bimbi molto piccoli, comunque sconsigliamo di fermarsi per più notti, o comunque di preferire un alloggio al chiuso quale un albergo o un rifugio.

Porta con te sempre tanta acqua. In alternativa, se sei un vero avventuriero, potresti preferire un depuratore da usare con l’acqua di ruscelli e fiumiciattoli che incrocerai nel tuo cammino. Non dimenticare inoltre un repellente per gli insetti, in particolare per le zanzare. Se viaggi con bambini, quest’ultimo è praticamente un imperativo, insieme anche alla protezione solare che sia almeno 50. Un cappellino e degli occhiali da sole concluderanno ovviamente il quadro, soprattutto in estate.

A voler essere pignoli, fra gli accessori da non dimenticare ci sarebbe anche una carta geografica (ormai quasi del tutto sostituita dalle applicazioni dedicate su smartphone), una bussola, un coltello multiuso ed un kit di pronto soccorso. In molti cedono al fascino di vacanze a piedi in mezzo alla natura senza contare sulla tecnologia, e sicuramente si tratta di un’esperienza affascinante. Al tempo stesso, ti consigliamo di non perdere mai il tuo telefono cellulare, ovviamente se vi è copertura segnale nella località da te scelta. Se invece siete in gruppo o in famiglia, dei walkie-talkie faranno al caso vostro, ed aggiungeranno un delizioso aspetto vintage all’avventura.

Adesso conosci tutti i segreti per fare hiking divertendoti ed in modo sicuro, magari anche con i più piccini!

Per favore, valuta questo articolo:
[Totale: 0 Medio: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui