Chiunque abbia deciso di dedicarsi all’attività dell’escursionismo o comunque abbia voglia di praticare lunghe passeggiate in montagna, in campagna, immerso nella natura, avrà bisogno di un paio di scarpe da trekking, dette anche scarpe da montagna. Queste calzature spesso vengono definite “scarpe da escursionismo” e sono progettate appositamente per praticare questo tipo di attività. Non basta infatti indossare un paio di calzature normali e mettersi in cammino, le scarpe da trekking sono un vero e proprio attrezzo per chi ha deciso di praticare l’escursionismo, che spesso viene visto esclusivamente come un’attività di svago, ma che in realtà richiede abbigliamento ed equipaggiamento adeguati. Se fatto seriamente l’escursionismo è una disciplina sportiva vera e propria, che si basa proprio sul camminare per chilometri e chilometri. Si tratta in ogni caso di un’attività motoria che può avere scopo di svago ma anche di studio o comunque quello di mettere alla prova se stessi. Come si può facilmente intuire le scarpe da trekking sono l’elemento principale che caratterizza la tenuta di un escursionista. Queste devono offrire la possibilità di percorrere chilometri di cammino su terreni che possono essere accidentati, in genere si tratta di sentieri non asfaltati, percorsi di montagna, e devono essere in grado di proteggere i piedi da pietre, dall’acqua, dal fango, offrendo una protezione anche per la caviglia. Le lunghe camminate infatti possono provocare problematiche come infiammazioni, distorsioni e vesciche: tali problemi possono essere evitati con la scelta di calzature adatte.

Di che materiali sono fatte le scarpe da trekking

La parte superiore di una scarpa da trekking, ossia la tomaia, è in genere fatta di un mix di materiali: ad esempio pelle, pelle scamosciata, mesh (un tessuto a rete), e materiali sintetici come il nylon e il poliestere. Le scarpe fatte interamente in pelle o cuoio, non sono molto diffuse, date che pur essendo in genere molto durevoli, resistenti a urti, abrasioni e anche all’acqua, vanno “rodate”, nel senso che bisogna indossarle per un periodo, prima che diventino comode per chi le usa. Per questo si predilige un mix di pelle e altri elementi che rendono la calzatura resistente ma leggera.

La vera innovazione nel mondo delle scarpe da trekking, ma anche delle scarpe da alpinismo è quella dei materiali. In questo ambito le nuove tecnologie consentono l’utilizzo di tessuti sempre più innovativi. Il principe dei materiali, quando si parla di scarpa da trekking, è il Gore-Tex. Questo tessuto sintetico è stato brevettato nel 1976 e garantisce sia un’elevata traspirazione, sia impermeabilità. Costituito da un materiale che si chiama “politetrafluoroetilene”, quando si presenta sotto forma di tessuto è formato da una serie di membrane sovrapposte, ognuna delle quali presenta circa 9 miliardi di minuscoli fori per ogni pollice quadrato. Impermeabilità e traspirazione sono due elementi fondamentali per delle scarpe che devono essere utilizzate in montagna, o comunque se si percorrono delle distanze molto lunghe. Il Gore-Tex consente di non far sudare il piede, di evitare che si bagni nel momento in cui si attraversano corsi d’acqua, ruscelli o semplicemente si venga sorpresi dalla pioggia. È inoltre un materiale molto leggero e flessibile, altre due caratteristiche fondamentali da considerare quando si sceglie la propria scarpa per il trekking. Considerando tutta la struttura, oltre ai materiali indicati, la scarpa da trekking è fatta da un mix di elementi. La suola ad esempio è in gomma dura, tra i vari tipi esistenti, molto consigliate le suole in gomma Vibram, materiale creato appositamente per le suole da usare in montagna.

Caratteristiche speciali che distinguono le scarpe da trekking da altri prodotti simili

Se non si è esperti, è facile scambiare delle normali scarpe sportive o scarpe da passeggio, per scarpe da escursionismo. Se siamo alla ricerca delle migliori scarpe da trekking da indossare per le nostre attività è bene conoscerne gli elementi distintivi. Prima di tutto bisogna considerare la suola. La parte inferiore della scarpa, infatti, deve essere ben strutturata: come abbiamo detto le suole delle scarpe da trekking sono fatte in gomma, esse devono essere abbastanza dure in modo da non consumarsi troppo rapidamente, al tempo stesso devono avere una propria flessibilità, garantire aderenza al suolo ed essere provviste di profonde scanalature. Le scarpe da trekking esistono in varie altezze, in genere i modelli bassi vengono utilizzati per sentieri facili e comodi, mentre quelli alti sono da preferire per sentire più scoscesi o difficili, come i percorsi di montagna. La scarpa media (mid) o alta offre una maggiore protezione alla caviglia e quindi anche una maggiore stabilità sui terreni più complicati o scivolosi. Un altro elemento, che spesso viene trascurato, ma che deve essere considerato nella scelta delle migliori scarpe da trekking, è la linguetta. Si tratta della parte che si trova sotto i lacci delle scarpe e deve impedire che elementi esterni, come terriccio sabbia o sassi, entrino all’interno quando si cammina. I lacci delle scarpe o stringhe, devono essere lunghi e resistenti: un’allacciatura scorretta influenzerebbe il modo in cui si cammina provocando una serie di problematiche. La suola interna della calzatura deve essere comoda, anatomica e traspirante e deve essere ben salda, evitando di muoversi, ma anche estraibile. Per finire le scarpe da trekking presentano in genere una sorta di imbottitura che spesso è fatta in schiuma e serve a tenere comodo il piede e a proteggerlo dagli urti a cui sarà sottoposto.

Vantaggi e svantaggi delle scarpe da trekking

Come abbiamo già detto, le scarpe da trekking, sono delle calzature specifiche per affrontare escursioni e percorsi più o meno impegnativi quindi hanno una funzione abbastanza precisa. Le migliori scarpe da trekking forniscono tutta una serie di vantaggi a chi le utilizza per cui difficilmente possono essere sostituite da normali scarpe sportive o da ginnastica. Prima di tutto sono molto solide, ma al tempo stesso comode, garantiscono un movimento elastico e soprattutto sono antiscivolo, quindi permettono di percorrere terreni sdrucciolevoli senza il rischio di scivolare e cadere. La loro suola garantisce la funzione di attutire urti e vibrazioni proteggendo giunture e cartilagini. Un altro vantaggio caratteristico delle scarpe da trekking è il sostegno alla caviglia. Nei modelli alti e medi infatti la scarpa da trekking avvolge il malleolo e evita urti e distorsioni che, dato il tipo di attività, sono un pericolo da non sottovalutare.

Tra gli svantaggi delle scarpe da trekking si può pensare ad esempio al costo. Rispetto a un normale paio di scarpe sportive, proprio per i materiali con cui sono create, le scarpe da trekking hanno prezzi un po’ più alti, per cui vanno scelte con cura e in funzione dell’utilizzo che se ne vuole fare. Se si prediligono scarponcini da montagna, questi risulteranno scomodi sui sentieri più agevoli, su cui invece un modello di scarpe da trekking basso sarebbe più performante. Inoltre molte scarpe da trekking, proprio per materiali in cui sono fatte, possono risultare calde nella stagione estiva, pensiamo soprattutto ai modelli alti in pelle, e quindi non risultano molto versatili.

In quali situazioni le scarpe da trekking sono più utili

Se sì è amanti di uno stile di vita a stretto contatto con la natura, sicuramente bisognerà avere nella propria scarpiera un paio di scarpe da trekking. Queste risultano necessarie per escursioni in montagna, dove ci sarà la possibilità di affrontare sentieri scoscesi, attraversare dei tratti costeggiati da ruscelli oppure dove sono presenti rocce e pietrisco. Camminare è la nuova tendenza del turismo eco sostenibile. Molto spesso capita di scegliere un tipo di vacanza alternativa, e progettare un viaggio fatto di lunghi percorsi da fare a piedi. Ad esempio il cammino di Santiago è uno dei più famosi, scelto da viaggiatori provenienti da tutte le parti del mondo; se si vuole restare in Italia, una bella scelta è la Via Francigena, che partendo dalla Francia giunge nel nostro meridione, passando per le Alpi e per zone geografiche molto diverse tra loro. Anche in questo caso il possedere scarpe da trekking adatte al percorso, o abbastanza versatili da potersi adattare alle diverse situazioni, è necessario. Percorrere tanti chilometri a piedi è un’attività che richiede preparazione, e indossare le scarpe sbagliate può provocare piaghe e vesciche, che difficilmente consentiranno al viaggiatore di proseguire lungo il proprio percorso, con l’impegno e le tempistiche che si era preposto.

Come scegliere le scarpe da trekking

Per scegliere le scarpe da trekking, oltre ai prezzi, bisognerà considerare altri elementi. Primo tra tutti è l’uso che se ne vuole fare. Le scarpe da trekking alte sono veri e propri scarponi che proteggono molto piede e caviglia, ma sono adatte ad essere utilizzate soprattutto d’inverno, e su sentieri di montagna o innevati. Le scarpe da trekking medie sono un po’ più basse proteggono la caviglia lasciando comunque una maggiore libertà e sono più versatili delle prime. Per finire le scarpe da trekking basse non proteggono la caviglia e sono consigliate su terreni poco accidentati ma utili per fare lunghe passeggiate, soprattutto nella stagione estiva: la scelta migliore per una vacanza, con giri in città ed escursioni non impegnative. Il modo migliore per scegliere le scarpe da trekking sarebbe quello di provarle. Dopo aver selezionato il tipo di scarpa che fa al caso nostro andrà considerato anche il fatto che queste saranno indossate con dei calzettoni spessi, inoltre ove sia possibile, indossandole si dovrà simulare la discesa o la salita per verificare il modo in cui calzano in ogni circostanza.

 

1. Rigel Revisione

Informazioni sul produttore

L’amore per la natura e la vita all’aria aperta caratterizza il brand CMP, un’azienda italiana a gestione familiare, condotta dai fratelli Campagnolo, con sede a Romano d’Ezzelino, in provincia di Vicenza, che da oltre 50 anni si occupa di prodotti dedicati allo sport in cui l’alta qualità, e lo stile italiano, si coniugano all’innovazione tecnologica. Lo slogan “Real People. Real Products” rappresenta la mission di un gruppo che si rivolge a donne e uomini che ogni giorno vivono il lavoro e le proprie passioni con molta intensità.

Informazioni sul prodotto

Pensate per utilizzo outdoor le calzature CMP Rigel, sono scarpe da trekking basse, la combinazione perfetta di stile ed efficacia tecnica. Membrane interne tengono i piedi asciutti, mentre la suola garantisce grande presa suo ogni tipo di terreno.

Caratteristiche principali che distinguono il prodotto da altri simili

Le scarpe CMP Rigel sono fatte di pelle al 100% più altri materiali, che le rendono traspiranti e resistenti all’acqua. La suola è nello speciale materiale FullOn Grip di CMP che garantisce un ottimo attrito, e le rende adatte all’utilizzo sia sul bagnato che sull’asciutto. Le calzature sono fatte con la tecnologia brevettata dall’azienda Climaprotect®, per cui grazie a un laminato termico applicato fra i tessuti, lascia traspirare pur garantendo protezione dalle intemperie.

Informazioni sul prodotto e sulla qualità

Queste calzature sono fabbricate in materiali di ottima qualità come la pelle di cui è fatta tutta la parte superiore della scarpa. Inoltre la scarpa è provvista di un fascione protettivo in kevlar, dell’intersuola in EVA e della tallonetta in TPU.

Vantaggi:

  • Ottimo rapporto qualità prezzo.
  • Sono adatte anche a pavimenti scivolosi e lisci
  • Grande vestibilità, sono comode da indossare tutto il giorno

Svantaggi:

  • Risultano calde in estate
  • Calzano un numero più piccolo
  • Sotto abbondanti piogge si bagnano

 

2. Grisport Wolf Revisione

Informazioni sul produttore

L’azienda Grisport nasce grazie al lavoro dei due fratelli Grigolato, che dal 1977 si dedicano alla creazione di scarpe da trekking, a Castelcucco in provincia di Treviso. Dalla produzione artigianale degli inizi si è passati, nel corso degli anni, a un’azienda che punta su tecnologie all’avanguardia, sulla ricerca e l’innovazione. Molti i brevetti di Grisport, che vengono impiegati nella realizzazione delle calzature, senza dimenticare la cura per i dettagli tipica della produzione artigianale.

Informazioni sul prodotto

Stivaletti da trekking con suola in poliuretano, esterno in pelle Dakar, che garantisce resistenza all’usura e flessibilità, e tessuto. Questi stivaletti sono molto resistenti all’acqua, grazie alle membrane Spotex e Sympatex, hanno un ottimo grip e sono al contempo molto leggere grazie al poliuretano della suola.

Informazione sul design del prodotto

Queste calzature hanno un design molto rifinito, e dettagli curati, come è proprio del brand italiano. La gomma alta sul tallone le rende davvero impermeabili, mentre la suola spessa e con profonde scanalature garantisce presa sui terreni scivolosi, e assorbe bene gli impatti. Il design è pensato per garantire molta stabilità alla caviglia. Il prodotto è proposto in due set di colori, su base scura, che si adattano all’utilizzo, senza evidenziare sporco e macchie.

Pulizia e manutenzione del prodotto

Dopo ogni escursione sarà bene esporre le calzature all’aria allentando i lacci, per far sì che si asciughino sia il sudore sia l’umidità. Eliminare sassi e detriti dalla suola, e pulire fango e sporcizia con l’aiuto di una spazzola e di acqua calda. Estrarre il plantare per procedere alla pulizia di quest’ultimo con sapone neutro, asciugarlo lontano dalla luce diretta del sole.

Vantaggi:

  • Scarpe davvero impermeabili
  • La suola in poliuretano attutisce gli urti
  • Molto performanti anche sulla neve

Svantaggi:

  • Non molto imbottite internamente

 

3. The North Face Hedgehog Hike Mid Gore-Tex Revisione

Informazioni sul produttore

Il marchio americano The North Face nasce nel 1966 su una spiaggia, dove due amici decidono di trasformare la passione per l’escursionismo in un’attività, e aprono un piccolo negozio di attrezzature per la montagna. Nel corso degli anni, il marchio si diffonde e si ingrandisce, cominciando a progettare abbigliamento tecnico. Il brand si guadagna l’attenzione degli amanti dell’outdoor di tutto il mondo e comincia a sponsorizzare spedizioni dei luoghi più remoti della terra. L’amore per l’ambiente si trasforma in attenzione alla produzione responsabile, con elettricità proveniente da fonti rinnovabili, e cura nell’approvvigionamento delle materie prime. L’azienda ha anche un programma di recupero di calzature e vestiti smessi.

Informazioni sul prodotto

Si tratta di scarponi da trekking molto robusti, dotati di una tecnologia chiamata “TPU Cradle” che assicura la stabilità del tallone. Adatti a terreni irregolari, hanno suole in gomma Vibram e la membrana in Gore-Tex che lascia traspirare il piede e li protegge dalla pioggia. Ottime da usare anche a temperature fredde, grazie ai materiali che tengono caldo il piede.

Utilizzi principali del prodotto

Si tratta di uno scarponcino che, date le sue caratteristiche, è adatto a escursioni molto impegnative. Essendo una scarpa mid assicura il giusto supporto alla caviglia, e i materiali di cui è fatta permettono di utilizzarla con sicurezza anche sul bagnato.

Informazioni sul prodotto e sulla qualità

È un prodotto di alta qualità con tomaia in pelle pieno fiore, suola in gomma Vibram con elementi stabilizzanti che la rendono adatta a tutti i terreni e assicurano una forte presa. La tecnologia applicata al supporto del tallone garantisce la massima cura per la salute del piede.

Vantaggi:

  • Tessuti traspiranti e waterproof
  • Tecnologia brevettata di stabilità del tallone
  • La suola in Vibram garantisce alte prestazioni

Svantaggi:

  • Prezzo medio alto
  • Le cuciture del rivestimento interno possono essere fastidiose

 

4. Columbia Redmond Mid Waterproof Revisione

Informazioni sul produttore

Da più di 70 anni l’azienda di Portland, negli Statu Uniti si dedica alle attrezzature per gli amanti dell’escursionismo. I Boyle, tedeschi immigrati in Oregon per sfuggire al nazismo, fondarono una piccola azienda per produrre cappelli, e la chiamarono Columbia Hat Company. Oggi, pur restando legata alle proprie radici, Columbia Sportswear è diventato un brand di respiro internazionale, che mantiene l’obiettivo di tenere caldi, asciutti, freschi e protetti tutti coloro che amano la vita all’aria aperta e le avventure.

Informazioni sul prodotto

Gli scarponcini da trekking Columbia, con taglio mid, sono adatti alle escursioni e alle lunghe passeggiate con ogni condizione atmosferica. Sono provviste di una tomaia impermeabile fatta di un mix di pelle scamosciata, mesh e tessuto, hanno un’intersuola che ammortizza e una suola in gomma che offre una elevata stabilità grazie alla tecnologia brevettata Omni-Grip. L’altezza delle scarpe garantisce un buon sostegno alla caviglia.

Caratteristiche speciali del prodotto

Queste scarpe sono provviste di una membrana Omni-Tech, che è impermeabile e traspirante, anche le cuciture sono isolanti. La soletta interna è realizzata con un materiale brevettato, chiamato “Techlite”, molto leggero, che garantisce un livello di ammortizzazione superiore. La suola esterna è in gomma Omni-Grip e garantisce un’elevata aderenza a ogni tipologia di suolo.

Informazioni su taglie e misure

Le calzature sono disponibili nelle taglie da 40 a 50 EUR, oppure da 7 a 17 nel sistema USA, e da 6 a 16 in quello UK. Per quanto riguarda la vestibilità è consigliabile acquistare una taglia in più rispetto alla propria, anche perché la calzatura andrà indossata con calzini spessi. Nella guida alle taglie è possibile trovare la propria taglia ideale misurando la lunghezza del piede, dal tallone alla punta dell’alluce.

Vantaggi:

  • Comode da indossare per le lunghe distanze
  • Impermeabili

Svantaggi:

  • Molto calde, quindi non adatte a climi estivi
  • I lacci tendono a slacciarsi facilmente

 

5. Karrimor K748 Revisione

Informazioni sul produttore

Fondata nel 1946, l’azienda inglese era dedita alla produzione di borse per bici in cotone. Nel corso della storia ha prodotto attrezzature pionieristiche, come lo zaino Haston, un must per l’alpinismo degli anni 70, o gli innovativi stivali sportivi in tessuto leggero negli anni 80. Oggi l’azienda continua a proporre abbigliamento ed equipaggiamento per l’outdoor, dagli scarponi da trekking ai sacchi a pelo, dalle tende, all’attrezzatura per le cucine da campeggio, impegnandosi a mantenere standard qualitativi elevati.

Informazioni sul prodotto

Scarponcino da trekking in pelle scamosciata e mesh, con suola in DynaGrip che garantisce un’ottima presa, con puntale rigido, ideali per le lunghe camminate in montagna, anche con climi rigidi. Utili anche per chi si trova a lavorare spesso all’esterno. Queste scarpe da escursionismo sono impermeabili e comode da indossare grazie all’imbottitura interna. Il collo della scarpa garantisce una buona protezione della caviglia.

Caratteristiche principali che differenziano il prodotto da altri simili

La fodera waterproof è in WeatherTite, un materiale brevettato che lascia passare l’aria ma protegge i piedi dall’acqua, tenendoli al contempo caldi a temperature molto basse. L’intersuola è fatta in phylon, un materiale leggero e resistente. La suola Karrimor DynaGrip assicura una forte presa sui vari tipi di terreno. La soletta imbottita è rimovibile.

Rapporto qualità/prezzo

Più economico rispetto ai concorrenti, questo scarponcino Karrimor è fatto con materiali come la pelle scamosciata, che lo rendono un prodotto di qualità. Nonostante il prezzo sia più basso rispetto ad altri prodotti simili, fanno comunque il loro lavoro.

Vantaggi:

  • Il prezzo è più basso rispetto a prodotti simili dei concorrenti
  • La punta è provvista di una protezione rigida
  • Il collo imbottito avvolge e protegge bene la caviglia

Svantaggi:

  • La pianta può risultare un po’ larga
  • Il piede all’interno tende a sudare, quando non fa freddissimo