Quando si ha a che fare con febbre ricorrente nei bambini o negli adulti, non è raro preoccuparsi di quale sia il modo migliore per prendere una temperatura. Diversi metodi di misurazione della temperatura producono letture medie diverse. Tuttavia, diversi metodi che misurano la temperatura interna, inclusi orali, ascellari, rettali, temporali e dell’orecchio, sono stati trovati in vari studi per essere tutti modi accurati per misurare la temperatura.

È importante prendere correttamente una temperatura con qualsiasi metodo tu scelga, se fosse fatto in modo errato, la lettura potrebbe essere inaccurata e generalmente leggerà più in basso della temperatura effettiva.

Cos’è la febbre?

Si ritiene che la febbre sia una temperatura dell’arteria rettale, dell’orecchio o temporale di 38ºC o superiore. Se si utilizza un termometro orale, molti medici direbbero che la febbre è anche superiore a 38°C, ma alcuni possono considerare la febbre in un giovane paziente, ad una temperatura orale di 37°C. Parlate con il vostro medico di quale intervallo di temperatura considererebbero la febbre e del trattamento raccomandato.

Con la temperatura ascellare (ascella), è presente una febbre se la lettura è di 37,2ºC o superiore, ma altri considerano la febbre ad una temperatura inferiore, secondo indicazione del medico. Tieni presente che, per certe malattie auto-infiammatorie sistemiche, non è solo la febbre. Con quell’aumento della temperatura arriva l’infiammazione in varie parti del corpo. Tu o tuo figlio potete “solo” essere a 37ºC, ma sentirvi infelici.

Pertanto i sintomi e il modo in cui voi o il vostro bambino sentite la febbre, devono essere considerati anche quando prendete decisioni terapeutiche. Inoltre, se stai assumendo farmaci prescritti, come i FANS per la tua malattia, il tuo corpo potrebbe non manifestare una temperatura superiore a quella che è considerata una febbre, ma potresti comunque essere sintomatico.

Come dovresti misurare la temperatura?

La chiave per decidere come prendere la temperatura, è quella di scegliere un metodo che tu e/o il medico vi trovate più a vostro agio e potete usare ogni volta. Vuoi essere coerente quando prendi la tua o la temperatura di tuo figlio. Cambiando i tipi di termometro e cercando di confrontare diversi metodi ogni volta che si prende una temperatura ci si confonderà solamente.

Utilizza lo stesso tipo di termometro ogni volta e scopri quale intervallo di temperatura normale è per te o per tuo figlio quando non è in stato febbrile e quando si trova in stato febbrile. Inoltre, segui le istruzioni fornite con il termometro febbre che si sceglie e, se utilizza batterie, tenere presente che se inizia a essere incoerente con le letture, potrebbe essere il momento di cambiare la batteria. Se continua a non funzionare correttamente, acquistane uno nuovo, poiché hai bisogno di un metodo affidabile, accurato e coerente per misurare le temperature.

Termometri timpanici (orecchio)

Le letture della temperatura timpanica sono mediamente uguali a quelle rettali. Prendi la temperatura in entrambe le orecchie e usa la lettura più alta a meno che tu o tuo figlio non stiate dormendo su quell’orecchio. Diverse cose possono influenzare la lettura nell’orecchio, compresa la posa su un orecchio, un’infezione all’orecchio, accumulo di cerume e angolo del termometro. Per alcuni medici, questo metodo non è il migliore. Secondo altri, quelli con un “condotto uditivo piccolo e curvo” avranno letture inesatte.

Termometri per l’arteria temporale

Le letture del termometro temporale hanno mediamente le stesse letture del termometro rettale e auricolare secondo alcuni studi, ma inferiori in altre. Questi termometri sembrano avere più incoerenze se si confrontano con altri metodi. Le differenze possono essere dovute a quale marchio è stato utilizzato nello studio e se i pazienti erano febbrili o sani. Inoltre, l’uso scorretto di questi termometri li renderà inaccurati. Assicurati di leggere le istruzioni in quanto hanno un metodo di utilizzo specifico. Ad esempio, il termometro frontale di un certo marchio, richiede che si scruti la fronte e l’arteria dietro l’orecchio mentre si tiene premuto il pulsante per tutto il tempo. Sollevando troppo velocemente il pulsante si otterrà una lettura più bassa.

Termometri digitali orali – rettali – ascellari

In passato, le persone usavano i termometri a mercurio di vetro, ma ora non è raccomandato, e dovrebbero essere smaltiti in un centro di raccolta adeguato. Esistono numerosi modi sicuri e accurati per prendere una temperatura, che è preferibile per i pazienti. Le temperature orali e ascellari sono in media da circa 3°C a 0,6°C sotto le letture rettale, uditiva e temporale. Aggiungere 0,5 alla 1,0 quando si prende per via orale o sotto il braccio per determinare la temperatura rettale paragonabile. Mangiare e bere possono influire sulla precisione quando si prende una temperatura orale. Attendere da 15 a 30 minuti dopo aver mangiato e bevuto prima di assumere una temperatura orale.

Ascellare, dove si misura la temperatura sotto l’ascella, può essere meno affidabile per ottenere una temperatura corporea accurata e può registrare fino ad un grado inferiore rispetto al rettale o ad altri metodi di presa della temperatura interna. Ma è ancora considerato accettabile se fatto correttamente e viene utilizzato in molti ospedali. Questo metodo può essere eseguito in modo più accurato se il termometro è posizionato correttamente nella parte più profonda della cavità dell’ascella e tenuto in quel punto, con il braccio piegato verso il basso e sopra il termometro, finché il termometro non esegue la prova della temperatura. Questo metodo è il più utilizzato da un certo numero di pazienti, poiché la temperatura può essere eseguita con qualsiasi termometro digitale o standard (senza mercurio) e con il termometro meno costoso sul mercato.

Può anche essere il più conveniente per viaggiare, dal momento che sono piccoli e facili da sostituire. La temperatura rettale è generalmente considerata la più accurata e lo standard per monitorare la temperatura corporea interna, ma generalmente non è raccomandata per l’uso nei pazienti, a causa del rischio di perforazione rettale. Inoltre, bisogna avere un termometro separato da utilizzare per via orale rispetto al rettale. A questo punto, non vi resta che decidere quale sia l’opzione più adatta alle vostre esigenze.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui