Lecosemigliori.com dedica molte ore alla ricerca e ai test per aiutarti a trovare i prodotti migliori da acquistare. Ogni prodotto viene selezionato in maniera indipendente dal nostro team. Se acquisti qualcosa tramite i link dei nostri contenuti, possiamo guadagnare una piccola commissione.

Se sei abituato a passare molte ore al computer, per lavoro o per giocare, sai quanto possa essere fastidioso impugnare il mouse. Per evitare che ti vengano dolori e infiammazioni al polso, come il tunnel carpale, dovresti scegliere un mouse ergonomico che tenga la tua mano nella posizione corretta.

Se scegli miglior mouse verticale,  potrai tenere la mano e il braccio in una posizione naturale, senza stressare i nervi e senza rischiare quindi di avere dolori. La sua struttura verticale e ergonomica è perfetta quindi per usare il mouse comodamente anche per tante ore.

Chi già lo usa conosce tutti i suoi vantaggi e le caratteristiche, chi invece non l’ha ancora provato potrà trovare tante informazioni utili in questa guida per scegliere il modello migliore.

Immagine
Nome
Valutazione
Controlla il prezzo
4 di 5
Anker
4.4
5 di 5
Tecknet
4.4

Anker Mouse Verticale Wireless Recensione

Il mouse verticale proposto da Anker ha una comodissima impugnatura ergonomica che ti aiuta a tenere il braccio in una posizione naturale, chiamata anche “a stretta di mano”, senza dover piegare in maniera innaturale le dita o il polso per arrivare ai pulsanti.

Anker

Caratteristiche tecniche

Tecnologia di connettivitàUSB
ColoreNero
Tecnologia di rilevamento del movimentoOttico
MarchioAnker
Dimensioni articolo: LxPxA10.1 x 8.2 x 8 cm

Il design è moderno e nero, con sei tasti e una rotella cliccabile. l’appoggio del pollice è stato recentemente ridisegnato per essere ancora più confortevole rispetto alle versioni precedenti. È estremamente leggero, solo 90 grammi, quindi risulta ancora più comodo da utilizzare.

Offre un movimento scorrevole e preciso, e una sensibilità più alta dei mouse tradizionali. La sua risoluzione ottica è di 800- 1200- 1600 dpi.

È progettato con un nano ricevitore nascosto, che occupa davvero poco spazio, e l’alimentazione è tramite due pile AAA. La batteria dura davvero a lungo, almeno sei o otto mesi di uso intensivo,  grazie anche al risparmio energetico in cui il mouse entra dopo 8 minuti di inattività.

Più della metà delle persone che l’hanno già utilizzato sono rimaste colpite: il rapporto qualità prezzo è ottimo e l’impugnatura risulta molto comoda. I materiali sono stati giudicati resistenti. Alcuni utilizzatori, però, hanno trovato che le dimensioni fossero troppo grosse, adatte solo a chi ha le mani molto grandi. Per questo l’impugnatura non è sembrata comoda a tutti i consumatori.

VANTAGGI
  • Wireless.
  • risparmio energetico.
  • movimento preciso e sensibile.
  • Leggero.
  • Economico.
SVANTAGGI
  • Non adatto alle mani piccole.
  • Troppo leggero per il gaming.

 

 


ECHT Power Mouse Verticale Wireless Recensione

Il mouse verticale wireless proposto da Echt power ha un’ergonomia ottima ed è realizzato in un materiale gommoso che offre un ottimo grip a chi lo utilizza.

ECHTPower mouse

Caratteristiche tecniche

Tipo di connettoriUSB
ColoreWireless
Tecnologia di rilevamento del movimentoOttico
MarchioECHTPower
Orientamento manoRechts

Il suo design è moderno e si può scegliere fra più colori della copertura esterna. È dotato di sei tasti e di una rotella.

Ci sono 3 livelli di dpi fra cui si può decidere, selezionando il preferito comodamente con un tasto.

La batteria è integrata e si ricarica col cavo usb; la tecnologia wireless permette di usarlo fino a 10 metri di distanza.

La maggior parte di chi l’ha provato ha apprezzato il mouse di Echt power. L’impugnatura è comoda e il suo utilizzo è risultato molto intuitivo e funzionante. Ad alcuni, però, si è rovinata la gomma velocemente.

VANTAGGI
  • Wireless.
  • batteria integrata.
  • utilizzo con o senza led.
SVANTAGGI
  • materiali non molto duraturi.

 

 


ECHT Power Mouse Verticale Recensione

Questo mouse verticale di  Echt power è simile al prodotto visto precedente ma è cablato, quindi funziona tramite il cavo.

ECHTPower

Caratteristiche tecniche

Tipo di connettoriUSB
ColoreV001
Tecnologia di rilevamento del movimentoOttico
MarchioECHTPower
Orientamento manoRechts

Il suo design è ergonomico e rende il movimento fluido e comodo, senza far affaticare il polso e la mano. È disponibile in varie colorazioni ed è dotato di ben cinque tasti e di una rotella.

Ci sono 4 livelli di dpi fra cui scegliere, selezionando il preferito comodamente tramite un tasto. Il sensore ottico è a laser ad alta precisione e può cambiare colore.

Per essere usato, il mouse deve essere sempre collegato al dispositivo tramite un cavo: quello in dotazione è lungo ben 1,5 metri.

La maggior parte degli utilizzatori che ha lasciato una recensione ha detto di aver apprezzato questo mouse. La sua impugnatura è comoda e il suo utilizzo è semplice e intuitivo. Alcun persone, però, si sono lamentate che la gomma si è spellata piuttosto velocemente.

VANTAGGI
  • 4 livelli di dpi.
  • sensore a led ad alta precisione.
SVANTAGGI
  • materiali non di alta qualità.

 

 


Anker Mouse Verticale Con Filo Recensione

Questo versione del mouse verticale di Anker somiglia al modello dello stesso produttore che è stato analizzato prima ma, a differenza di quello, è cablato.

Anker

Caratteristiche tecniche

Tecnologia di connettivitàUSB
ColoreNero
MarchioAnker
Dimensioni articolo: LxPxA12.2 x 6.4 x 7.5 cm
Peso articolo128 Grammi

È dotato di cinque tasti e una rotella e l’appoggio del pollice è stato ridisegnato di recente per garantire un comfort ulteriore.

La risoluzione del sensore ottico arriva fino a 1600 dpi ed è facilmente regolabile tramite un tasto.

Deve essere collegato al computer tramite un cavo usb: quello in dotazione è lungo 1,5 metri.

La maggior parte delle persone che ha provato questo mouse è rimasta soddisfatta. Risulta essere più leggero della versione wireless e rimanendo collegato è sempre pronto all’uso, senza andare in stand-by. Il suo funzionamento è ottimo ed è molto intuitivo. Secondo alcuni utilizzatori, però, i materiali non sono di qualità altissima e tendono a rovinarsi dopo pochi mesi.

VANTAGGI
  • livello di dpi regolabile.
  • appoggio per il pollice.
SVANTAGGI
  • materiali non molto duraturi.

 

 


Tecknet Mouse Verticale Wireless Recensione

Tecknet propone un mouse verticale dal design ergonomico, che promette di diminuire il dolore al polso. Si riesce infatti a utilizzare senza nessuno sforzo su diversi tipi di superficie, avendo sempre un movimento fluido e senza sforzo.

Tecknet

Caratteristiche tecniche

Tecnologia di connettivitàWi-Fi
ColoreNero
Tecnologia di rilevamento del movimentoOttico
MarchioTECKNET
Orientamento manoAmbidestra

Il suo design è dotato di tasti laterali e di una rotella.

La risoluzione del sensore ottico è di 2000/ 1200/ 800 dpi, facilmente regolabili, ed è quindi un mouse molto sensibile e preciso.

La connessione avviene grazie a un ricevitore usb molto piccolo, incluso nella confezione. È possibile usare il mouse fino a 15 metri di distanza dal computer.

La batteria ha una durata eccezionale, fino a 18 mesi, e dopo 8 minuti di inattività entra in stand by. Inoltre, ha una pratica luce a led che indica quando la batteria si sta scaricando, dando il tempo di metterla in carica senza avere brutte sorprese.

Quasi tutte le persone che ha usato il mouse ergonomico Tecknet hanno lasciato recensioni positive. È molto comodo per chi ha già dolori ai polsi e per chi li vuole prevenire. Il rapporto qualità prezzo è stato ritenuto ottimo. Non sono stati trovati difetti o problemi nell’usarlo, se non forse la dimensione ridotta dei tasti che li rende difficili da premere.

È stato ritenuto molto comodo anche da chi l’ha usato per il gioco.

VANTAGGI
  • durata della batteria.
  • led per la batteria scarica.
SVANTAGGI
  • tasti non molto comodi.

 

 


Perchè comprare un mouse verticale

Chi è abituato a usare il mouse per molte ore -che sia per scrivere, lavorare o per una sessione di gioco – sa che nel lungo termine si può soffrire di piccoli fastidi ma anche di dolorosi infiammazioni. Avere disturbi come le tendiniti o il tunnel carpale può essere un problema nel tempo, oltre che un fastidio temporaneo.

Questi dolori nascono perché il mouse tradizionale obbliga a tenere la mano, il polso e il braccio in una posizione innaturale, andando a stressare i tendini e i nervi.

Con un mouse verticale si può dire addio al problema e ridurlo in chi già ne soffre. l’impugnatura ergonomica fa tenere il braccio in un modo naturale, senza dover usare troppa forza o fare sforzo e, soprattutto, senza fare torsioni per cliccare i tasti.

Se si sta al computer per molte ore è davvero consigliabile scegliere un mouse ergonomico che sia adatto al proprio utilizzo e alla propria mano.

Si possono trovare talmente tanti modelli in commercio che sarà facile scegliere il migliore mouse per le proprie necessità.

mouse ergonomicoCose da sapere quando scegli il mouse verticale

Se stai tante ore al computer, per scrivere, lavorare o per giocare, avrai bisogno di un buon mouse che non ti faccia venire fastidiosi dolori alla mano. La soluzione migliore è optare per un mouse verticale, ovvero un mouse che con la sua impugnatura ergonomica ti permette di tenere il braccio in una posizione naturale.

Sul mercato si trovano ormai tanti modelli diversi, quindi per orientarsi nell’offerta e scegliere quello più adatto alle proprie esigenze è meglio conoscere tutte le loro caratteristiche principali, per fare dei confronti chiari.

In seguito ti aiuteremo quindi a capire cosa si deve tenere in considerazione quando si sceglie un mouse verticale.

Maneggevolezza ed ergonomia

L’ergonomia è la caratteristica principale del mouse verticale. Quando lo si utilizzo non è necessario piegare il polso o inclinare il braccio per fa spostare il puntatore perché il design del mouse si adatta perfettamente al braccio, lasciandolo in una posizione neutra.

In questo modo sarà facile da maneggiare e richiede meno forza rispetto ai modelli tradizionali. Non dovendo sforzare i tendini e i muscoli sarà più confortevole l’uso nel lungo periodo.

Wireless o con il cavo?

Il mouse ergonomico può essere di due tipi: collegato col cavo o wireless. La scelta è molto soggettiva perché entrambe le tipologie  infatti dei pro e dei contro.

I mouse cablati, in genere, sono più reattivi e precisi di quelli senza il cavo (anche se con lo sviluppo tecnologico la situazione sta cambiando). D’altro canto sono anche più scomodi perché si deve usare il cavo e prendono energia dal device a cui sono collegati.

I mouse ergonomici wireless, invece, sono in media meno prestanti (anche se come detto le tecnologie stanno cambiando) ma hanno il grande vantaggio di non aggiungerti un cavo in più e hanno un raggio di azione anche di molti metri. Possono essere alimentati con batterie ricaricabili o con le pile e si collegano al dispositivo via bluetooth o con un piccolo ricevitore usb.

Pulsanti programmabili

Sul mouse verticale, a differenza di quelli tradizionali, si possono trovare molti più tasti. Spesso infatti ce ne sono altri tre o quattro oltre ai due principali, e sono posizionati sul lato interno, risultando quindi molto facili da cliccare col pollice.

Il numero di pulsanti cambia a seconda del mouse e per essere ancora più pratici sono spesso personalizzabili: si possono infatti programmare per adattarli al meglio al proprio uso. Questa è una funzionalità davvero comoda, soprattutto per i giocatori.

Forma, dimensione e peso

L’ergonomia è l’aspetto più importante di questa tipologia di mouse e dipende dalla forma, dalla dimensione e dal peso dello strumento.

  • la forma del mouse può variare a seconda dello scopo finale che hanno. Quelli ideati per il lavoro e quelli da gaming, ad esempio, hanno delle impugnature diverse per offrire in entrambi i casi la massima resa e maneggevolezza.
  • La dimensione del mouse è un altro elemento importante ed è una scelta molto soggettiva. Si deve adattare perfettamente alla propria mano: se la misura è sbagliata non si avrà una buona presa e sarà anche più complicato raggiungere tutti i pulsanti. Potrebbe infatti essere necessario contrarre la mano o dover spostare le dita oppure applicare troppa forza per mantenere la posizione.
  • Infine, anche il peso del mouse è un fattore importante che può influire sulla scelta. Di solito si usano strumenti leggeri per chi lavora tutto il giorno al computer, mentre sono preferiti i mouse più pesanti per chi gioca. Un maggior peso dà maggior precisione nei movimenti, aiutando il gioco.

Polling rate, accelerazione e tempo di risposta

Per la scelta del miglior mouse verticale bisogna considerare anche alcuni aspetti tecnici che rendono lo strumento più o meno preciso e reattivo. Questi aspetti solo il polling rate, l’accelerazione e il tempo di risposta.

  • Il polling rate è la frequenza con cui il mouse esprime la sua posizione al dispositivo: maggiore è il valore (calcolato in HZ) maggiore è la precisione del mouse.
  • L’accelerazione, invece, è la velocità che può avere il puntatore. Il numero che lo esprime indica quindi quanto il mouse sia in grado di “seguire” i movimenti della mano.
  • Il tempo di risposta, per ultimo, sono i millisecondi che servono affinché il sistema operativo recepisca i movimenti del mouse.

Altri fattori

Ci sono altri fattori che possono essere tenuti in considerazione quando si deve scegliere il proprio mouse ergonomico. Uno di questi è il tipo di materiale in cui è realizzato.

I materiali in genere sono piuttosto morbidi, ad esempio sono spesso scelte la gomma e il memory foam, perchè risultano piacevoli al tatto e resistenti nel tempo.

Il materiale deve permettere alle mani di scivolare bene sul mouse per andare a cliccare agevolmente tutti i pulsanti.

Può essere considerata anche la facilità con cui si pulisce il materiale e il suo costo, che varia a seconda della tipologia.

mouse verticaleMouse verticale o normale. Quale scegliere?

Che si tratti di un mouse verticale o di quello tradizionale, si ha lo stesso funzionamento e scopo finale. Il design, però, cambia totalmente.

Il mouse verticale, come dice il nome, si sviluppa in altezza. La sua impugnatura è ergonomica e comoda e si evita l’insorgere nel tempo di dolori al polso e alla mano.

È la scelta migliore per tutti coloro che devono stare tante ore al computer, che sia per scrivere o per intense sessioni di gioco.

Il mouse col design tradizionale, di contro, può portare fastidi e dolori nel lungo periodo.

Mouse verticale vs. mouse da gaming

Anche per le sessioni di gioco si può scegliere fra mouse tradizionali da gaming e mouse verticali. Quelli verticali devono essere studiati appositamente per il gioco. Un modello normale non è sempre adatto per il gaming, soprattutto se a livello  avanzato, perché potrebbe non avere la giusta sensibilità e rapidità di movimenti, rendendo difficile usare i giochi più dinamici.

Esistono quindi mouse verticali con una struttura specifica e delle caratteristiche tecniche adatte al gaming, differenziandosi quindi dai modelli tradizionali.

È più comodo il mouse verticale o quello tradizionale?

Il mouse verticale  è caratterizzato da una forma ergonomica che lo rende molto confortevole da usare, soprattutto se si utilizza per diverse ore.

Anche se a volte può servire un po’ di tempo per abituarsi alla nuova impugnatura, il comfort che si ottiene non ti farà più tornare indietro.

Migliorare la posizione in cui si tiene in polso e la mano farà affievolire o scomparire i dolori e le infiammazioni, come le tendiniti e il tunnel carpale.

In termini di comodità vince sicuramente il mouse verticale.

Conclusione: vale la pena avere un mouse verticale?

Come si è visto, il mouse verticale porta grandi vantaggi a chi lo deve usare, che sia per un utilizzo di poche ore o per un’intera giornata.

Grazie al suo design ergonomico previene fastidi i alla mano, al polso e al braccio e evita che si creino infiammazioni ai nervi o ai tendini come invece può succedere usando ilmouse tradizionale.

È uno strumento pratico anche per i giocatori, grazie ai numerosi pulsanti aggiuntivi che si possono personalizzare. Chi lo usa afferma che non tornerebbe più indietro.

Per favore, valuta questo articolo:
Totale: 0 Medio: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button