Pochi anni fa, se possibile, si faceva ancora più fatica a scegliere una macchina per il pane. Le opzioni disponibili in commercio non erano moltissime e cerano diversi marchi che la maggior parte delle persone preferivano evitare. Oggi, la situazione è cambiata radicalmente, e anche una macchina del pane economica riesce a fare un buon lavoro. Cosa si ottiene acquistando una macchina più costosa? Una garanzia migliore, una migliore costruzione, migliori materiali e più funzioni.

 ImmagineNomeValutazioneControlla il prezzo

1 di 5

MOULINEX OW6101

4.5

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

2 di 5

MOULINEX OW2101

4.5

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

3 di 5

PRINCESS 152006

4.5

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

4 di 5

KENWOOD BM450

4.0

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

5 di 5

KENWOOD BM350

4.0

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE

CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it
1 di 5
MOULINEX OW6101
Valutazione
4.5
CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it
2 di 5
MOULINEX OW2101
Valutazione
4.5
CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it
3 di 5
PRINCESS 152006
Valutazione
4.5
CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it
4 di 5
KENWOOD BM450
Valutazione
4.0
CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it
5 di 5
KENWOOD BM350
Valutazione
4.0
CONTROLLA IL PREZZOsu amazon.it

Cos’è una macchina per il pane

Una macchina per la produzione del pane è un elettrodomestico che serve per impastare, lievitare e cuocere il pane. È costituito da una teglia nella parte inferiore, nella quale sono integrati uno o più vassoi, montati al centro di un piccolo forno speciale. Questo piccolo forno è solitamente controllato da un semplice computer integrato che utilizza le impostazioni di input tramite un pannello di controllo. La maggior parte delle macchine per il pane ha cicli diversi per diversi tipi di impasto e cottura, tra cui pane bianco, farina integrale, stile europeo (a volte etichettato “francese”) e solo pasta (per pasta per pizza e pagnotte cotte in forno convenzionale). Molti hanno anche un timer per consentire alla macchina del pane di attivarsi senza la presenza dell’utente, e alcuni modelli di fascia alta consentono all’utente di programmare un ciclo personalizzato.

Come funziona una macchina per fare il pane

La cosa bella di questi elettrodomestici di ultima generazione, è che fanno tutto il lavoro, dall’inizio alla fine e noi, dovremo solo sfornare del buon pane caldo. Una macchina per il pane è essenzialmente un forno elettrico compatto che contiene un unico, grande contenitore del pane. La “vasca” è particolare, poiché al centro si trova un’asse che si collega al motore elettrico sottostante. Su quest’asse, si trova una pala che gira per mischiare l’impasto. L’asse dispone di un sigillo impermeabile, che non permette la fuoriuscita dell’impasto, che potrebbe danneggiare il motore.

Quindi, come funziona? Per prima cosa, bisogna mettere la pala impastatrice sull’asse. Con il contenitore fuori dalla macchina, si misurano e inseriscono gli ingredienti. Ora, tutto quello che devi fare, è inserire il contenitore nel forno e programmare la macchina. Ora, chiudi il coperchio e attendi qualche ora. Se la macchina che scegli di acquistare è dotata di un coperchio in vetro, puoi vedere al suo interno quello che succede. Quello che avverti, è il ronzio del motore che gira e le pale che mescolano l’impasto.

Durante la fase di levitazione, invece, sarà tutto molto più tranquillo. Alla fine, si accenderà il forno e attraverso la bocca di scarico, vedrai alzarsi un po’ di vapore. A questo punto, inizierai anche a sentire l’aroma del pane diffondersi per tutta la casa. Il processo di produzione del pane è in gran parte automatico, ma la maggior parte delle macchine viene fornita con libri di ricette per fare tipi di impasti più avanzati.

Di quali parti si compone una macchina per il pane

Non tutte le macchine per il pane sono uguali, ovviamente, ma generalmente, ecco le parti principali di cui sono composte:

  • Coperchio della teglia, che sotto di esso integra solitamente anche una parte in metallo
  • Coperchio ribaltabile della macchina, che contiene uno sfiato per lo scarico del vapore al centro
  • L’apertura per lo scarico consente al vapore di fuoriuscire dalla teglia e defluire attraverso il coperchio
  • La presa d’aria, che consente all’aria di entrare nell’impasto per aiutarlo a lievitare
  • Cavo di alimentazione
  • Foro in cui le viti di cottura si fissano saldamente in posizione contenente, al centro, l’asse motorizzato che ruota la pala impastatrice
  • La custodia esterna in materiale plastico o acciaio inossidabile, che isola il forno e rende la macchina per il pane sicura da toccare durante il funzionamento
  • Semplice display LCD e pannello touch-control
  • La teglia rimovibile che cuocerà un singolo pane alla volta
  • La pala rimovibile che scatta su un asse scanalato attraverso il centro della teglia in una guarnizione impermeabile

Macchina del pane quale scegliere

Innanzitutto, se non sei un grandissimo appassionato di pane e non pensi di utilizzare questa macchina tutti i giorni e più volte al giorno, prendi in seria considerazione l’acquisto di un buon prodotto di fascia media. Queste, nonostante non possano rivaleggiare con le top di gamma, sapranno fare un sacco di cose e ti offriranno moltissime funzioni, molte delle quali, già non utilizzerai mai, figuriamoci quelle offerte dalle migliori. Con un acquisto del genere, potrai verificare tu stesso, se la macchina per fare il pane è effettivamente qualcosa che ti piace. Se non sprechi molti soldi e l’acquisto non dovrebbe attirare più di tanto la tua attenzione, fa niente, avrai comunque fatto la tua esperienza, senza spendere un occhio della testa. Se al contrario, scopri una inimmaginabile passione per il pane fatto in casa, in un secondo momento, potrai acquistare un vero top di gamma.

In secondo luogo, non acquistare alcun prodotto di un marchio semi-sconosciuto, che non ti offra alcuna garanzia, che non sia almeno quella standard di 2 anni (previsti per legge in Italia). Macchine con una garanzia minore, fanno venire a galla molti dubbi sulla qualità del prodotto e la sua longevità.

Terza cosa, non lasciarti attirare da luci e suoni futuristici. Ricorda, le caratteristiche più importanti che deve avere una macchina per il pane, sono quelle di fare dell’ottimo pane bianco con funzione base, ciclo manuale o per la pasta e un timer. Altre cose sono solo gadget e accessori.

Tempi di cottura e forma del pane

Consiglio vivamente di guardare anche le specifiche tecniche del prodotto, tra cui i tempi relativi ai cicli di ogni macchina. Alcune macchine hanno un ciclo di preriscaldamento. Non si tratta di uno svantaggio, se restiamo nell’ordine dei 5-10 minuti, ma alcuni prodotti, possono richiedere fino a 45 minuti, allora si che diventa inaccettabile, anche in termini di consumi!

Il ciclo base per realizzare del semplice pane bianco, dovrebbe durare circa 3 ore o poco più. Se fosse molto più lungo, ti consiglierei di cercare altrove. In questa guida, trovi anche le recensioni di alcune macchine per il pane. Di questa macchina per il pane recensioni e opinioni online sono già molto favorevoli, ma abbiamo preferito offrire anche il nostro punto di vista.

Un’altra caratteristica che ritengo molto importante, almeno quanto i cicli di cottura, è il contenitore interno. Che forma ha? Darà una forma strana alla tua pagnotta? Le fette di pane saranno adatte per il tuo tostapane? È in grado di fare i panini? A me piacciono le forme tradizionali, proprio quelle come le faceva la nonna, ma ognuno ha i propri gusti.

Che crosta sei?

È molto importante prendere in considerazione la tipologia di crosta che ti piace. Le macchine realizzare in alluminio sottile, tendono a realizzare pane con una crosta più chiara e sottile rispetto alle macchine realizzate in alluminio fuso, che creano croste più scure e spesse. Va sottolineato che questo non è sempre la regola, ma di solito l’effetto è molto simile a quello descritto. Se non ti piace il pane con una crosta scura e pesante, allora dovrai stare lontano anche dalle macchine più ingombranti e pesanti.

Ora, non voglio dirti quali sono le macchine che devi acquistare, ne quali sono caratteristiche, funzioni e cicli di cottura che dovresti prendere in considerazione. Nell’elenco che segue, voglio solo mostrarti una panoramica di tutto ciò che è disponibile in commercio. Poi, sarai tu a decidere, perché i soldi sono i tuoi e sarai tu ad utilizzare la macchina.

Quanto devo spendere?

Abbiamo provato ottime macchine per fare il pane, anche per 60 euro, più o meno, ma la cifra che si spende generalmente, è più vicina ai 100 euro, con cui si ottiene una macchina efficiente, più elegante e ricca di funzioni. I produttori per il pane che eclissano realmente questi prodotti, costano almeno il doppio, ma se non ne devi fare un uso intensivo, è quasi uno spreco. I marchi migliori e quelli più affidabili, hanno un prezzo medio di 100 euro a salire.

Quindi, se sei seriamente intenzionato a fare il pane, allora una buona macchina per il pane è un buon investimento, poiché i migliori modelli forniranno una pagnotta giornaliera affidabile per gli anni a venire. Tieni d’occhio promozioni e offerte online, approfittando anche dei nostri link, perché è possibile trovare le migliori macchine per il pane in vendita.

Se sei nuovo al mondo del pane fatto in casa e vuoi provare la macchina prima di investire in un prodotto di alta qualità, allora andrà bene anche un prodotto da 60/70 euro. Per scegliere il modello più adatto alle tue esigenze, cerca tra le nostre recensioni per vedere quali produttori di pane economici vi abbiamo consigliato.

Non è solo una questione di prezzo e funzioni

Le macchine per il pane sono un ottimo modo per fare pane fatto in casa su base giornaliera, senza il lavoro e la meticolosa attenzione ai dettagli che richiedono le tradizionali pagnotte fatte a mano. Le macchine sono disponibili con una grande varietà di caratteristiche e con prezzi che vanno da 100 a 300 euro e oltre. Ma il prezzo e le caratteristiche sono prive di significato se si acquista una macchina che non si adatta a ciò che si desidera cuocere.

Quanto spesso pianifichi di cuocere il pane?

Se hai già posseduto una macchina per il pane, probabilmente hai una buona idea della frequenza della cottura del pane. Se questa è la tua prima macchina per il pane, prova a valutare quanto spesso cuocerai una pagnotta. Alcune persone cuociono una pagnotta o due al giorno. Altri lo fanno solo durante il fine settimana o durante i pasti o le occasioni speciali, e altri ancora, solo una volta al mese. La frequenza della cottura influirà sull’importo investito e alcune caratteristiche relative alla dimensione della pagnotta e al numero di panini che puoi cucinare in qualsiasi momento.

Cose da tenere a mente

Un’altra buona cosa da fare prima di scegliere una macchina per il pane è parlare con le persone. Online, la cosa è molto più semplice. Della macchina del pane prezzi o offerte sono chiare a tutti, ma la qualità? Prova a chiedere online consigli a coloro che le hanno a casa e le usano già da un po’ di tempo. Chi meglio di loro saprebbe indirizzarti? Questo elenco, ti mostra anche una serie di aspetti da tenere a mente, prima di acquistare il prodotto più adatto alle tue esigenze:

Qualità – È molto semplice dimostrare la qualità di un prodotto. Quale azienda lo produce? Ha una lunga esperienza nel campo? Il servizio clienti è facile da contattare, anche nel momento in cui si sta cuocendo il pane e si desidera un’opinione? Che tipo di garanzia ha la macchina? Come sappiamo, per legge deve essere offerta una garanzia di almeno due anni, ma i furbetti ci sono sempre, fate attenzione, soprattutto se acquistare all’estero. La garanzia è il valore migliore per valutare la qualità di un prodotto, maggiore è la garanzia e più fiducia ha il produttore nel prodotto che ha realizzato. Se utilizzi la macchina un paio id volte al giorno tutti i giorni, ti puoi aspettare che la macchina duri almeno tre anni.

Design – Il design della macchina può fare la differenza, soprattutto se decidi di tenerla in vista sulla tua cucina. Non che faccia molta differenza in termini di risultati, ma siccome anche l’occhio vuole la sua parte, non possiamo escludere completamente questo aspetto, soprattutto quando oggi in commercio troviamo macchine per il pane di ogni forma e colore. Inoltre, ti piace la forma del pane che realizza la macchina che t’interessa? Il pannello di controllo è facile da leggere? È facile da programmare, ecc.

Potenza – Molto dipende dal tipo di pane e farina che intendi utilizzare. Non tutte le farine sono uguali e alcune sono più pesanti di altre. Se utilizzi la farina raffinata, più leggera, allora puoi anche fare a meno di una macchina molto potente, ma se intendi utilizzare farina integrale, ad esempio, allora avrai bisogno di una macchina più performante. Tuttavia, se scegli una macchina di qualità media, dovrebbe essere in grado di gestire la maggior parte degli impasti e farine, comprese quelle senza glutine. Inoltre, se pensi di utilizzare farine pesanti, assicurati anche che la macchina sia dotata di doppia pala per impastare, in modo da fare meno fatica e sforzare meno il motore.

Teglie per il pane – Le teglie per il pane sono disponibili in diverse dimensioni e forme. Le macchine possono preparare pagnotte oblunghe, rotonde, rettangolari e quadrate. Se vuoi fare panini nella maggior parte dei casi, allora assicurati che ci sia la teglia apposita. Se al contrario, vuoi utilizzare questa macchina soprattutto per realizzare impasto per la pasta, allora forma e dimensione della teglia non t’interessa molto.

Materiale della teglia – Altra caratteristica molto importante da prendere in considerazione, è il materiale con cui è stata realizzata la teglia. Tutte, in genere, sono realizzate in alluminio con un rivestimento antiaderente. Tuttavia, alcune sono realizzate in alluminio pressofuso spesso, che creeranno delle croste più spesse e più scure, mentre altre sono realizzate con alluminio sottile, che tendono a rendere più sottili e chiare le croste. Ci sono ovviamente delle eccezioni a questa regola, ma 9 volte su 10 funziona così. Inoltre, il tipo di ricetta che seguirai, influenzerà anche lo spessore e la doratura della crosta.

Cupole o oblò – Personalmente, preferiscono le macchine che hanno l’oblò che la cupola. Quelle con le cupole disponibili in commercio, sono più vecchie e difficilmente si trovano ancora online. Il problema, è soprattutto il fatto che le cupole in vetro disperdono molto calore, abbassando l’efficienza energetica del prodotto. Questo, può causare anche una peggiore cottura del pane e una doratura non efficiente. Anche se gli oblò li ritengo superiori, non sempre sono utilissimi. La maggior parte, non dispone di una luce interna, il che significa che o teniamo la macchina in un posto soleggiato, oppure utilizziamo una torcia per vedere quello che accade al suo interno. La cosa più semplice alla fine, sarà quella di aprire il coperchio per controllare la cottura.

Timer – Assicurati che il timer sia facile da usare. Fai un confronto macchine pane leggendo le varie opinioni online. Evita qualsiasi timer o pannello di controllo che sia troppo confusionario e ti faccia passare la voglia di usare la macchina del pane. La maggior parte delle macchine, ti chiede di contare il numero di ore che separano la preparazione della stessa dal momento in cui vuoi realizzare effettivamente il pane. Quindi, se vuoi preparare il tutto alle 9 di sera, per avere panini caldi alle 8 del mattino, dovrai impostare un timer da 11 ore.

I cicli di cottura

I cicli di cottura o meglio la programmazione della macchina del pane, offrono molti alibi alle persone e spesso portano a fare un ragionamento sbagliato. Molti prendono il numero dei cicli di cottura come un termine di paragone, come uno strumento per analizzare la qualità di un prodotto, non sapendo che alla macchina per fare il pane, bastano due diversi tipi di funzioni (quello base e quello per la pasta), per realizzare la maggior parte delle ricette.

Tuttavia, qualche ciclo extra non ha mai fatto male a nessuno e alcuni sono anche interessanti, come quelli per realizzare le marmellate o il pane veloce. Questi cicli sono funzioni utili per usi speciali e devi considerare che tipo di pane vuoi realizzare per decidere quali vuoi avere e a quali puoi rinunciare. Ad esempio, se la tua famiglia preferisce il pane dolce, potresti scegliere una macchina con un ciclo per il pane dolce. Questo vale anche per il grano integrale, quello francese, ecc. Una volta che sai cosa vuoi realizzare, puoi scegliere una macchina con i cicli che fanno più al caso tuo.

I cicli più comuni disponibili in commercio sono:

Base o bianco. Questo è il ciclo per tutti gli usi, utilizzato per la maggior parte del pane. Puoi usarlo, adattandolo come indicato nel manuale del prodotto, per quasi ogni tipo di cottura.

Veloce o Rapido. Questo ciclo riduce i tempi di cottura di circa un’ora. Alcune macchine sono programmate per la cottura rapida; il loro ciclo standard è più breve di un’ora circa, rendendo la cottura del pane rapida e veloce.

Grano integrale. Questo ciclo fornisce tempi di lievitazione più lunghi, necessari per le farine più pesanti. Con alcune macchine, potrebbe essere necessario apportare delle modifiche se non si dispone di questo ciclo o se è possibile, programmare tempi d’impasto e di cottura più lunghi. È possibile interrompere e riavviare la macchina dopo il primo ciclo d’impasto, se necessario.

Pane francese. Riduce la quantità di tempo di impasto e aumenta il tempo di lievitazione. Per ricette a basso contenuto di grassi e zuccheri. Questo ciclo realizza pane con una crosta croccante.

Impasto o manuale. Utilizza questo ciclo per mescolare e impastare la pasta e lasciarla lievitare. Al termine della lievitazione, si forma il pane con le mani e lo si cuoce in un forno tradizionale.

Uvetta o nocciola. In realtà, questo timer segnala quando aggiungere la frutta o i noccioli, in modo che non vengano fracassati o asciugati prima dell’inizio della cottura.

Solo cottura. Questo ciclo è utile per la cottura di pasta surgelata, anche se la maggior parte di ciò che si può fare con questo ciclo, può essere fatto in un forno tradizionale.

Pane dolce. Lo zucchero influisce sul tempo di lievitazione e sulla temperatura di cottura, e questo ciclo lo compensa. Controlla il manuale del prodotto per sapere quando utilizzare questo ciclo o per adattare una macchina senza questo ciclo, quando si vuol preparare il pane dolce.

Lievito naturale. La lievitazione naturale è una funzione ancora rara nella maggior parte delle macchine di oggi. una volta inseriti gli ingredienti, li mescola e li fa fermentare e quindi la macchina chiede di aggiungere il resto degli ingredienti. Quindi impasta il tutto, fa lievitare l’impasti e poi lo cuoce.

Marmellata. Ti permette di creare marmellate e gelatine personalizzate.

Riso. Cuoce il riso nella macchina per il pane.

Torta. Produce pane dolce e pane non lievitato come il pane alle noci di banana.

Pasta. Mescola l’impasto, ma sei tu a stenderlo.

Impasto per pizza. Prepara la pasta, ma sei tu a stendere e a cuocere la pizza in un forno tradizionale.

Programmazione. Questo ciclo ti permette di programmare a tuo piacimento le impostazioni. Per cui, hai il controllo totale sul tempo d’impasto, su come lievita, la temperatura, ecc.

Il manuale delle istruzioni

Se puoi (online non è difficile trovarli), leggi il manuale delle istruzioni della macchina. Ciò che ognuno desidera, è avere un manuale completo, chiaro e preciso sull’uso della macchina, che consenta di cuocere il pane in modo coerente alle proprie aspettative. Cerca… un manuale delle istruzioni che copra accuratamente l’uso e la cura della macchina, compresi cosa fare quando le parti della macchina si ostruiscono o sono malfunzionanti, e a chi devi chiedere consigli per le riparazioni.

È anche utile disporre di grafici dei tempi di programmazione che mostrano come è suddiviso ogni ciclo. Come i tempi riguardanti l’impasto del ciclo, per quanto tempo sono programmati i periodi di riposo, quanto dura la lievitazione, ecc. Un video online, è un modo pratico ed efficace per imparare a usare la tua nuova macchina. Tuttavia, non comprare una macchina semplicemente perché ha un video su YouTube. Ci sono considerazioni più importanti da tener presenti. Cerca online il confronto macchine pane e cosa offrono.

Nella migliori macchine per il pane, troverai quasi certamente anche un ricettario. Un buon libro di ricette, include almeno una dozzina di ricette differenti per pane, dolce o salato. Più ricette provi e più flessibile sarà l’uso della tua macchina, che ti permetterà di preparare pane sempre più delizioso e variegato per amici e famiglia.

Tuttavia, soprattutto di questi tempi, preparati a vedere manuali utente molto scarsi, per cui, non prenderlo come metro di valutazione. Questa guida, ti offre molti più spunti utili per macchina del pane quale scegliere di quanti ne troveresti in un manuale del prodotto.

Conclusioni

Forse, pensi che le macchine per fare il pane siano un’invenzione piuttosto recente, ma in realtà, non sono state sviluppate circa 20 o 30 anni fa come pensano molti. Certo, la loro popolarità è cresciuta sempre più a partire dagli anni ’90, grazie a società che hanno prodotti modelli sempre più efficienti e facili da utilizzare su scala mondiale. Tuttavia, se ci pensi, le macchine per fare il pane sono molto più vecchie. Le pagnotte che acquistiamo da anni al supermercato e prodotte in serie, non sono certamente fatte a mano! I modelli disponibili oggi in commercio però, hanno avuto l’onere di diffondere la produzione casalinga del pane, che prima, con le macchine industriali di grandi dimensioni, non era possibile fare. Dai un’occhiata alle recensioni che trovi qui di seguito, per scoprire quali sono attualmente i modelli più diffusi in internet, dei quali abbiamo messo in evidenza pro e contro.

 

1. Moulinex OW6101 Revisione

Questa macchina del pane offerta da Moulinex è davvero molto interessante, non solo da punto di vista economico. Innanzitutto, è dotata di una “carrozzeria” di plastica di tutto rispetto. Il design è classico, ma allo stesso tempo con alcuni accorgimenti molto funzionali. L’oblò, ad esempio, è a forma di vulcano e chissà se chi lo ha progettato, non aveva in mente proprio il Vesuvio, dato che con questo apparecchio, è possibile realizzare anche ottimi impasti per fare la pizza. Altri accorgimenti rilevanti in termini di design, sono il display inclinato per una migliore visione e la sporgenza del coperchio per un’apertura facile.


Ottimo rapporto qualità/prezzo

Il prezzo della macchina per il pane Moulinex OW6101 è di fascia media, ma le sue caratteristiche sono in grado di rivaleggiare anche con i top di gamma. Innanzitutto, se desiderate conoscere della macchina del pane prezzi e offerte, potete consultare i link che trovate in questa pagina, ma per scoprirne le caratteristiche, non vi resta che continuare a leggere! Una delle più importanti, è quella relativa alla potenza. Il motore, opera a 1650 watt, più che sufficienti per ottenere degli ottimi impasti, da ben 1,5 kg!

Prodotto molto versatile

Questa macchina per la realizzazione del pane, può vantare un’ampia varietà di programmi, che forse non utilizzeremo tutti alla stessa maniera, ma dovendo scegliere, meglio averceli che non! Nella confezione, oltre al classico manuale d’uso, troviamo anche un ricettario e un supporto per realizzare quattro baguette per volta. Tra le funzioni, ricordiamo la presenza anche quella di cottura e per realizzare, come accennavamo all’inizio, l’impasto per la pizza. Insomma, per concludere questa recensione, possiamo definire questo Moulinex OW6101 un prodotto davvero all’avanguardia, in grado con la sua potenza e le molteplici funzioni, di soddisfare le esigenze di tantissime persone.

Vantaggi

  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Molti programmi
  • Facile da pulire

Svantaggi

  • Non tutti i programmi sono di uso comune
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

2. Moulinex OW2101 Revisione

Questa macchina del pane offerta dalla francese Moulinex è dotata di un design molto classico, a forma di parallelepipedo, anche se le dimensioni sono leggermente più compatte della media. Il suo peso totale è di 4 kg, quindi è anche abbastanza facile da spostare da una parte della cucina all’altra. Dimensioni compatte, non sempre si traducono in una scarsa capacità, infatti, questa macchina ci consente di lavorare fino ad un massimo di 1 kg di impasto. Per questo motivo e le caratteristiche appena citate, potremmo consigliare questo prodotto per una famiglia di circa 3/4 persone.

La scheda tecnica

La potenza di questa Moulinex OW2101 non è elevatissima, potendo contare su un motore da 650 watt. Nonostante sia un valore più basso della macchina recensita poco più sopra, rientra perfettamente nella media delle macchine di fascia media. Diciamo che la potenza di per se, è più che sufficiente per soddisfare le esigenze della maggior parte delle persone, mentre per un uso intensivo dell’apparecchio, consigliamo motori con una potenza superiore ai 1000 watt. Tra le caratteristiche di rilievo di questa macchina, troviamo le numerose funzioni, che si attivano mediante il pannello di controllo anteriore, comprensivo di display LCD.

Funzioni e programmi

Tre le funzioni di rilievo, ricordiamo quella di Timer, che consente di programmare fino a 15 ore prima l’avvio della cottura, l’impostazione per il livello di doratura del pane, quella che ci consente di aggiungere gli ingredienti in un secondo momento, come uvetta o noci per esempio ed infine, abbiamo la funzione di mantenimento a caldo. Numerosi, sono anche i programmi di cottura, ben 12. La macchina è molto semplice da utilizzare, utile sia per gli impasti salati che per i dolci. In relazione al prezzo, di questa macchina del pane opinioni e recensioni sono tutte positive.

Vantaggi

  • Buoni materiali
  • Numerosi programmi
  • Livello di doratura

Svantaggi

  • Potenza non elevatissima
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

3. Princess 152006 Revisione

La macchina del pane economica Princess 152006 è dotata di un design molto classico, che a dire il vero, ci ricorda quello di un mini robot da cucina. Questa macchina, è realizzata con materiali molto solidi e non a caso, è anche piuttosto pesante rispetto alla media: 7 kg. Diciamo che se dovete spostarla continuamente, farete più fatica del solido. Si presta quindi, ad essere posizionata in un bell’angolo della cucina per non muoverla più o farlo molto di rado. Il suo ingombro è perfettamente in media con le altre macchine della stessa categorie ed è fornita del classico oblò per controllare lo stato dell’impasto.

Capacità limitata

Il funzionamento di questo piccolo elettrodomestico, nonostante le numerose funzioni, è abbastanza semplice, anche se, dal punto di vista del libretto delle istruzioni, si poteva e si doveva fare qualcosa di più. Ad esempio, le ricette riportano le misure in tazze (generalmente la traduzione di Cup, come si utilizza in inglese), mentre non sono riportati i tempi di cottura delle varie funzioni. La capacità è anch’essa un po’ limitata, in quanto si arriva ad un massimo di 900 grammi, appena sufficiente per 4 persone.

Tante funzioni e programmi

Questa Princess 152006 è dotata di numerose funzioni e programmi (15 in totale). A parte il classico pane bianco e alla marmellata, è possibile lavorare anche molte altre farine, come per esempio, quella senza glutine, oppure quella che ci consente solo la cottura, escludendo la lievitazione. Tra le funzioni di maggior interesse, abbiamo quella di mantenimento a caldo, che si attiva per 60 minuti in automatico al termine della cottura, quella di avvio ritardato e la Memoria, che in caso di salto della corrente, le permette di ricordare tutto, fino ad un massimo di 10 minuti.

Vantaggi

  • Tanti programmi
  • Prezzo economico
  • Consumi ridotti

Svantaggi

  • Istruzioni scarse
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

4. Kenwood BM450 Revisione

Sicuramente, il design di questa macchina per il pane, è una delle caratteristiche che risalta subito all’occhio. Come potete apprezzare dalle foto, si tratta di un elettrodomestico di dimensioni generose, realizzato con una plastica di colore nero in altro, dov’è inserito anche il pannello di controllo e un corpo realizzato completamente in acciaio inossidabile satinato, che per pulirlo basta un panno umido e pulito. Occupa abbastanza spazio sul piano da lavoro, per cui, prima di pensare al suo acquisto, dovete verificare ciò che avete a disposizione. Le dimensioni (LxPxH) sono: 23,5 cm x 31,5 cm x 38,5 cm.

Tanti programmi a disposizione

Di questa macchina per il pane recensioni ed opinioni online sono molto favorevoli, nonostante il prezzo non proprio economico. Questo, oltre al suo design e alla qualità dei materiali, lo dobbiamo anche ai numerosi programmi di cui la macchina è dotata, ben 15. Altro aspetto molto interessante, è la presenza di un vassoio automatico, che aggiunge gli ingredienti secondari, appunto, in un secondo momento. Tuttavia, abbiamo notato che ingredienti molto piccoli, non vengono inseriti tutti all’interno dell’impasto, ma restano nel vassoio. Come fare allora? Possiamo aggiungerli a mano quando ci viene segnalato dalla macchina stessa.

Funzionamento pratico

Tre le funzioni che abbiamo apprezzato maggiormente e che rendono questa macchina per pane molto pratica, troviamo la luce interna, che ci consente di vedere chiaramente quello che sta succedendo al suo interno. Sembra una cosa banale, ma vi assicuriamo che poche ne sono dotate. Il display, di facile lettura e dal sapore futuristico, ci consente di scegliere facilmente tra i numerosi programmi, che sono poi 6/7 quelli più utili, mentre gli altri sono un po’ secondari. I risultati con questa macchina sono garantiti e le prestazioni ottime, anche grazie ad un potente motore da 780 watt.

Vantaggi

  • Facile da pulire
  • Design ammirevole
  • Ottimi risultati

Svantaggi

  • Prezzo più alto della media
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

5. Kenwood BM350 Revisione

Se siete in cerca della migliore macchine per il pane, ovvero quella più adatta alle vostre esigenze, capace di eseguire il lavoro in maniera eccellente, ma senza spendere un occhio della testa e ottenendo comunque un apparecchio bello da vedere e da esporre con fierezza sul bancone della cucina, allora questa Kenwood BM350 potrebbe essere esattamente ciò che fa al caso vostro. Si tratta di una macchina molto simile nel suo design a quella appena recensita qui sopra, ma con una differenza di stile nel coperchio superiore, sempre in plastica, ma questa volta di colore bianco.

Ingombro ridotto

Nonostante le foto possano far pensare diversamente, l’ingombro di questa macchina per il pane non è eccessivo. Inoltre, è molto pratica nel suo utilizzo, grazie ad uno sportellino superiore con il quale possiamo inserire gli ingredienti molto facilmente. Al suo interno, invece, troviamo un’ottima teglia antiaderente, su cui poggiare il nostro pane pronto per la cottura. Oltre al piccolo ricettario, troviamo, proprio per mettere in pratica le sue ricette, anche un bicchiere e un cucchiaino per misurare i vari ingredienti. Da sottolineare anche, che rispetto ad altre macchine provate, questa risulta essere particolarmente silenziosa.

Capacità buona

Questa macchina, è in grado di elaborare fino ad un massimo di 1 kg di impasto. Con misure intermedie come: 500 e 750 grammi. I tempi di cottura, ovviamente, dipendono dal tipo di ricetta che si è seguita e il livello di doratura scelto, tra i 3 disponibili. Inoltre, cosa che ci è piaciuta molto, anche se si dovesse scegliere il livello di doratura più intenso, è possibile arrestare prima la macchina, una volta raggiunto il risultato che desideriamo. I programmi disponibili sono 13 e tutti ben eseguiti, grazie ad una macchina potente da 645 watt. Di questa macchina del pane opinioni e recensioni sono davvero molto positive.

Vantaggi

  • Tanti programmi
  • Memoria per i blackout
  • Anche per marmellate

Svantaggi

  • Una sola pala impastatrice
CONTROLLA IL PREZZO SU AMAZON.IT

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui