Chiunque si definisca amante del giardinaggio sa quanto possa essere frustrante e noioso dover dedicare giornate, pomeriggi, ore del proprio prezioso tempo a debellare foglie secche, polvere, ramoscelli e tutti quei piccoli detriti come ghiaia e ghiande che giorno dopo giorno finiscono per accumularsi nei nostri amati spazi verdi, nelle nostre grondaie e sui tetti delle nostre case e delle nostre autovetture. Se fino a qualche anno fa era necessario eseguire queste mansioni completamente a mano tramite l’utilizzo di strumenti quali secchi, pale e rastrelli, oggi la tecnologia ci viene incontro tramite un oggetto incredibilmente funzionale, facile da usare e, soprattutto, alla portata di tutte le tasche. Il soffiatore, detto anche aspira foglie o soffia foglie, è lo strumento perfetto per effettuare una veloce, rilassante ed efficace pulizia degli spazi esterni, sia che si tratti di un giardino, un viale, una strada o un capannone, garantendo risultati brillanti in breve tempo effettuando il minimo sforzo. Il soffiatore, al contrario del vecchio rastrello, assicura di non deturpare il vostro prato e risulta comodo e versatile anche nel caso della pulizia delle zone pavimentate. In questo articolo, andremo ad approfondire come funziona un soffiatore, quali sono i diversi modelli disponibili sul mercato e, soprattutto, quale di questi è il più adatto a te!

Come funziona un soffiatore?

Il soffiatore, composto da un tubo e un sistema di aspirazione interno, è in grado di sollevare foglie e detriti tramite un flusso diretto di aria, andando a semplificare notevolmente il compito di spostamento delle rimanenze del verde in un unico e comodo punto di raccolta. Alcuni modelli, inoltre, promettono di assolvere ulteriori utilissime funzioni, quali triturare ed aspirare. Riassumendo dunque, il compito principale di un soffiatore è quello di spostare le foglie tramite un getto d’aria erogato da un tubo, mentre le funzioni secondarie sono quelle di aspirare e triturare i residui presenti nei nostri giardini, terrazzi e vialetti per una manutenzione efficace in pochi minuti. Ogni amante del giardinaggio dovrebbe possederne uno al giorno d’oggi, ma in base a quali caratteristiche è opportuno scegliere un nuovo soffiatore? Scopriamolo insieme!

Come scegliere il soffiatore perfetto

Ogni consumatore consapevole sa che prima di proseguire con l’acquisto di un soffiatore, così come avviene per ogni prodotto tecnologico, è importante valutare quali sono i punti di forza e di debolezza di ogni modello, senza mettere mai da parte però quelle che sono le nostre esigenze in fatto di prezzo e funzionalità.

Sul mercato sono presenti diverse tipologie di soffiatore, una per ogni tipo di necessità. È importante scegliere un prodotto che ci piaccia anche esteticamente: è possibile infatti trovare in commercio soffiatori di tutte le forme e di colori. Tuttavia, a prescindere dalla tipologia che andremo a selezionare, è importante che il modello sia leggero, magari dotato di impugnatura ergonomica realizzata con materiali duraturi e soprattutto, nel caso dell’acquisto di un soffiatore con motore a benzina, è assolutamente necessario che il macchinario sia conforme alle normative europee antinquinamento. Anche se raramente supera i quattro chilogrammi di peso, è importante che il soffiatore non risulti ingombrante o particolarmente pesante, o rischierete di sottoporvi ad una fatica eccessiva. Il vostro soffiatore dovrebbe dunque essere scattante, facile da utilizzare e non eccessivamente rumoroso. Quest’ultima opzione in particolare è di fondamentale importanza per chi vive in un condominio o una villa situata in una zona residenziale, visto il forte rumore che alcuni modelli possono causare durante l’uso. I principali modelli disponibili sono suddivisibili in diverse categorie a seconda del metodo di alimentazione utilizzato, e ognuno di essi presenta dei vantaggi e alcuni svantaggi. A prescindere dalla tipologia di alimentazione, la capienza media di un soffiatore si aggira attorno ai 17 litri. I prezzi, alla portata di ogni tasca, variano dai 40 euro dei modelli più basici destinati ad uso domestico agli oltre 900 delle tipologie di alta gamma dedicate ai professionisti, dotate di cilindrate molto più elevate, maggiori funzionalità e spesso anche di un design accattivante e piacevole alla vista.

I modelli disponibili sono:

  • Soffiatori elettrici
  • Soffiatori a batteria
  • Soffiatori a scoppio
  • Soffiatori a benzina
  • Soffiatore a spalla

Soffiatori elettrici

Vantaggi: Tutti i modelli elettrici sono dotati di un variatore, che permette appunto di impostare la velocità e di conseguenza la rumorosità del soffiatore, rendendolo perfetto per chi vive in una zona residenziale. Essendo alimentati con una presa elettrica, possono essere considerati come utilizzabili a tempo illimitato

Svantaggi: Essendo dotati di un cavo e necessitando di una presa elettrica, sono utilizzabili solo in aree limitate

Soffiatori a batteria

Vantaggi: I modelli a batteria, insieme a quelli elettrici, sono senza dubbio i soffiatori più indicati per gli spazi più ridotti. Possono essere utilizzati in qualsiasi luogo, senza dipendere dalla disponibilità di prese elettriche, cavi elettrici o benzina. Alcuni modelli promettono fino a quattro ore di autonomia. Sono molto silenziosi, leggeri e maneggevoli

Svantaggi: Essendo alimentati completamente dalle batterie, hanno una autonomia ridotta rispetto agli altri modelli. In generale, essendo molto piccoli, non sono dotati di molta potenza

Soffiatori a scoppio

Vantaggi: I soffiatori a scoppio sono senza dubbio fra i più scattanti fra le varie categorie, e i più adatti ad un uso professionistico. Sono i più indicati per chi ha infatti la necessità di lavorare in maniera continuativa su tratte molto estese; molti modelli presenti in commercio possono essere inoltre convertiti in trituratori, permettendo al fogliame secco raccolto di essere trasformato senza sforzo in compost

Svantaggi: Alcuni modelli, specialmente quelli più datati, possono essere non particolarmente indicati per la salute di chi li utilizza. Sono infatti piuttosto inquinanti. Possono essere molto pesanti e anche molto rumorosi

Soffiatore a benzina

Vantaggi: I soffiatori a benzina sono perfetti per i giardini di dimensioni più vaste. Alcuni degli ultimi modelli sono perfino in grado di aspirare e triturare finemente materiali di natura diversa quali aghi di pino e rametti solidi, rendendoli pronti ad essere trasformati in compost per il vostro terreno. Molti dei modelli più recenti sono stati progettati per diminuire l’impatto inquinante sull’ambiente circostante, obiettivo fondamentale per gli amanti della natura!

Svantaggi: Essendo progettati per i professionisti, spesso possono risultare eccessivamente pesanti e ingombranti per chi deve mantenere pulito il proprio giardino o, più in generale, uno spazio dalla metratura molto ridotta. Possono essere molto costosi

Soffiatore a spalla

Vantaggi: I soffiatori a spalla sono ideali per terreni vasti come aie o più in generale, località rurali. Sono perfetti per i lavori continuativi

Svantaggi: Possono causare un eccessivo sforzo fisico e senso di affaticamento a causa del loro peso