Se hai mai frequentato un gruppo scout, ti sarà sicuramente capitato di essere invitato ad un campeggio. Si tratta sicuramente di un modo molto interessante e divertente di vivere la natura, condividendola con i propri amici. Del resto, nell’immaginario comune il campeggio viene sempre associato a libertà, divertimento e soprattutto prezzi bassi. Insomma, un’attività facile ed accessibile a tutti, ma soprattutto adatta alla famiglia.

Di recente, è molto in voga soprattutto fra i giovani il cosiddetto free camping, ovvero campeggio libero. Esso consiste essenzialmente nell’accamparsi con una tenda in un parco naturale o in una qualsiasi zona verde. Se questa idea ti ispira ed hai già il tuo fidato zaino in spalla, sappi innanzitutto che questa pratica è vietata in diversi Paesi. Ce ne sono altri, soprattutto nel nord Europa, in cui questa pratica è legale e persino incoraggiata.

Sia che tu decida di provare il free camping o che tu preferisca campeggiare “alla vecchia maniera”, ci sono poche ma importanti regole da tenere in mente affinché questa esperienza venga vissuta in sicurezza per te e chi ti circonda, ma anche per la natura. Molte di queste linee guida campeggi sono dettate dal buon senso, altre sono invece sancite dalla legge, la quale ovviamente può cambiare in base al Paese in cui ti trovi.

Fare campeggio significa innanzitutto rispettare l’ambiente in cui ci si trova: solo in questo modo l’esperienza si rivelerà piacevole da ogni punto di vista. Vivere la natura in questo modo significa scoprire un nuovo mondo ed imparare anche nuove cose di sé stessi, poiché si impara a dialogare con il silenzio e la quiete.

Online e nei negozi specializzati troverai diverse guide ai campeggi, che contengono le informazioni pratiche utili ai novizi di questo mondo, ma che spesso anche i più esperti tendono a dimenticare o trascurare. Vediamo adesso alcune delle regole principali, che si riveleranno utili in ogni situazione e renderanno la tua esperienza di campeggio automaticamente più sicura e spensierata.

Innanzitutto, non accendere mai fuochi! In molti non vedono l’ora di gustare una bella grigliata in compagni all’aperto, ma questa azione potrebbe rivelarsi pericolosa, ed è illegale in ogni Paese europeo e non solo. Soprattutto se sei in una regione arida o se ti trovi in una giornata molto ventosa, accendere un fuoco può rivelarsi una pessima idea. Quasi sicuramente, la polizia arriverà dopo pochi minuti, e dovrai pagare una multa esosa. In alcuni casi, soprattutto nelle zone protette, rischi addirittura il carcere. Di sicuro, non ne vale la pena!

Sembra quasi un po’ ridondante dirlo, ma è sempre bene precisare una cara, vecchia regola che noi tutti dovremmo aver imparato sin dalla tenera infanzia: non sporcare! Questa operazione non solo danneggia la natura e inquina l’ambiente, ma può anche ritorcersi contro di te. Lasciare avanzi di cibo in giro, soprattutto durante la notte, vuol dire risvegliarsi quasi sicuramente circondato da formiche, se non anche da cani randagi, dopi… e persino cinghiali!

La stessa regola vale anche per chi ha l’abitudine di lasciare cibo aperto, magari con l’intenzione di mangiarlo al mattino dopo. Questo attira animali selvatici e insetti che potrebbero pungerti o aggredirti, o anche solo star male poiché quel cibo non è indicato per loro.

Ecco perché è sempre una buona idea quella di conservare il cibo in luoghi ermeticamente chiusi, dove sarà protetto anche dall’umidità e dalla pioggia. Per quanto riguarda gli avanzi, essi andrebbero conservati in buste di plastica ben chiuse, e possibilmente lasciate lontano dalla portata e dall’olfatto della fauna selvatica. Nel caso il cibo dovesse emanare molto odore, potesti provare a conservarlo nello zaino. In entrambi i casi, cerca di tenere il cibo o gli avanzi lontano dalla tenda, proprio per evitare attacchi da parte di animali di ogni tipo. L’importante è recuperare il tutto al mattino dopo e non lasciare alcun segno del proprio passaggio!

Se decidi di portare con te dei gadget elettronici alimentati a batterie e queste ultime dovessero scaricarsi sul più bello, ovviamente dovrai cambiarle, ammesso tu ti sia ricordato di portarne con te qualcuna di scorta. Se ciò accade, ricorda di portare via le batterie esauste, in quanto si tratta di oggetti altamente inquinanti. Un’alternativa più economica e sicuramente più amica della natura è quella di affidarsi ad un caricabatterie solare, che funziona proprio grazie alla luce del sole. È un gadget che non inquina e che non ti lascerà mai senza energia, a differenza di una normale power bank.

I più nostalgici ricorderanno sicuramente i cari consigli della nonna: coprirsi quando c’è freddo. Questo consiglio è più attuale che mai e ottiene un’importanza tutta nuova quando applicato al campeggio. Anche se durante il giorno le temperature si sono rivelate piacevoli, cerca di non sfidare la sorte e porta con te un sacco a pelo, delle coperte, una cerata o un k-way. Ovviamente se dormi in camper, basterà qualche coperta. Se invece decidi di allontanarti dalla tua base per una passeggiata esplorativa, porta con te una giacca, perché non sai mai quando il vento potrebbe alzarsi. Nessuno vorrebbe portarsi a casa, come souvenir da un campeggio, un bel raffreddore!

A proposito di passeggiate: cerca di informarti riguardo l’orario medio in cui fa buio nella zona in cui decidi di campeggiare. Allontanarsi troppo dalla propria base quando non si è sicuri di avere diverse ore di luce a disposizione può rivelarsi pericoloso. Anche avventurarsi senza avvisare i propri compagni della propria decisione e posizione, o dimenticare il telefono o il walkie-talkie alla base, non sono esattamente delle grandi idee. Se possibile, evita di allontanarti da solo. Se invece sei un campeggiatore solitario, sfrutta la tecnologia e fai sapere ai tuoi amici delle tue intenzioni, del tuo punto di partenza e fin dove hai intenzione di spingerti. Questo semplice accorgimento ha salvato la vita a tantissimi campeggiatori.

Sempre restando in tema avventure, se ti sposti in camper non trascurare il livello della benzina. Se sei un esperto e se il tuo veicolo lo permette, potresti addirittura portare con te una tanica di carburante di scorta!

Per favore, valuta questo articolo:
[Totale: 0 Medio: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui