La tecnologia influenza la nostra vita quotidiana in molti modi. Nel corso degli anni, ha reso le nostre vite molto più semplici di un tempo. Ma proprio come tutto il resto, i vantaggi della tecnologia hanno anche il loro lato negativo. A volte, essere consapevoli degli effetti dannosi della tecnologia può aiutarci a migliorare una situazione particolare e condurre una vita più sana.

Con l’estate appena dietro l’angolo, la maggior parte di noi preferisce passare il proprio tempo in stanze climatizzate, dato che ci calma e ci aiuta a lavorare in modo efficiente. Ma i climatizzatori, possono anche avere effetti negativi sulla nostra salute. Fortunatamente, è possibile ridurre al minimo e persino prevenire questi effetti dannosi con un uso efficiente dei condizionatori d’aria. Di seguito sono riportati alcuni dei fattori associati all’uso inefficiente degli “aircon”, i loro effetti sulla nostra salute e le soluzioni successive per minimizzare questi effetti.

Cambiamenti di temperatura drastici

Nelle calde giornate estive, potrebbe essere allettante impostare il condizionatore ad una temperatura inferiore ai 20°C. Ma quando entri in una stanza con aria condizionata dall’esterno (specialmente nelle regioni tropicali dove le temperature esterne variano intorno ai 40°C), il tuo corpo è soggetto a stress a causa di improvvisi abbassamenti di temperatura.

Per proteggersi da tali effetti dannosi, non accendere l’AC non appena si entra da fuori. Inizialo lasciandolo funzionare in modalità solo fan. Dopo un po’ di tempo, imposta la temperatura della stanza vicino a quella esterna e abbassala gradualmente. La temperatura della stanza dovrebbe essere mantenuta all’impostazione più alta che è confortevole per te. Si consiglia di impostare la temperatura sopra i 23°C. Il climatizzatore è pensato per farti sentire a tuo agio in estate, non per indurre artificialmente la sensazione dell’inverno.

Oltre alla protezione contro i disturbi, queste tecniche ti aiuteranno anche a risparmiare energia. Abbassando la differenza di temperatura tra ambienti interni ed esterni, minore sarà l’energia richiesta da un condizionatore per regolare la temperatura ambiente.

Bassa umidità

L’umidità è la quantità di vapore acqueo presente nell’atmosfera. I condizionatori d’aria deumidificano anche l’aria oltre ad abbassare la temperatura circostante. Bassi livelli di umidità possono causare secchezza delle fauci, labbra screpolate, secchezza della pelle e persino disidratazione in alcuni casi. Le cellule della pelle possono morire a causa della mancanza di umidità, causando prurito, pelle rossa e traballante. Può causare secchezza del cuoio capelluto, che provoca danni ai capelli (come caduta dei capelli, doppie punte, ecc.). L’aria secca può anche causare prurito agli occhi, problemi ai seni e alle vie respiratorie, nasi sanguinanti, allergie e altri effetti drastici.

Una bassa umidità nelle stanze con aria condizionata può asciugare l’umidità del corpo. Pertanto, quando si è esposti al calore dopo essere stati a lungo in una stanza con aria condizionata, il sudore farà perdere più acqua all’organismo. Di conseguenza, il tuo corpo sperimenta la disidratazione, dando origine a sintomi come sete, vertigini e irritabilità.

Alcuni climatizzatori sono dotati di funzioni di controllo dell’umidità incorporate che consentono di controllare l’umidità e la temperatura. Se stai per acquistare un condizionatore d’aria, scegli quello che include il controllo dell’umidità.

D’altra parte, se si dispone già di un condizionatore d’aria che non include questo controllo, si potrebbe acquistare dispositivi di controllo dell’umidità standalone. Oppure, se non vuoi investire di più, un approccio fai-da-te può aiutarti ad aumentare i livelli di umidità in una stanza con aria condizionata.

Tieni dell’acqua in un contenitore da qualche parte nella stanza. Quando il condizionatore d’aria estrae l’aria dalla stanza, l’acqua evaporerà, il che aumenta l’umidità generale. L’acqua immagazzinata in oggetti decorativi come acquari, brocche o baccelli possono allo stesso modo aiutare nel processo di umidificazione.

Inoltre, assicurati di bere molta acqua di volta in volta. Questo ti aiuterà a mantenere il contenuto di umidità nel tuo corpo ed eviterà il rischio di causare disidratazione.

Formazione di muffe e batteri

I condizionatori d’aria assorbono l’umidità e soffiano aria fresca dall’esterno. Nel corso del tempo, parte dell’umidità che viene aspirata nell’AC si condensa e si raccoglie all’interno degli angoli interni e della batteria del condizionatore d’aria. Mentre l’AC si accende e si spegne, l’interno diventa umido. Questo ambiente umido e scuro funge da terreno fertile per muffe e batteri. Una volta che i batteri/muffe iniziano a formarsi, l’aria soffiata dall’AC viene contaminata da questi germi, poiché la maggior parte dei filtri del condizionatore d’aria non è in genere in grado di contenerli.

La formazione di muffe e batteri nelle bobine del condizionatore d’aria può causare uno o più dei seguenti problemi: odore fetido, aumento dei rischi di allergia, aumento del rischio di malattie batteriche trasmesse per via aerea, diminuzione dell’efficienza nel condizionatore, maggiore consumo di energia, ecc.

È possibile utilizzare un deodorante per ambienti a base di naftalene vicino al ventilatore e alle prese d’aria del condizionatore d’aria. Per prevenire la crescita batterica, si consiglia di pulire i filtri interni dei condizionatori ad intervalli regolari. È inoltre possibile investire in condizionatori d’aria che includono purificatori d’aria incorporati.

Suggerimenti per il risparmio energetico

Uno dei maggiori svantaggi dell’utilizzo di condizionatori d’aria è probabilmente il fatto che sono elettrodomestici affamati di energia elettrica. Tuttavia, tutte le tecniche sopra menzionate sono ad alta efficienza energetica e ti aiuteranno a risparmiare energia. Inoltre, i seguenti suggerimenti ti aiuteranno a risparmiare più energia mentre utilizzi i condizionatori d’aria:

Mantenere fresco in modo naturale: ci sono diverse misure che è possibile adottare per garantire che la temperatura della stanza rimanga bassa durante il giorno, indipendentemente dall’uso del condizionatore. Se la stanza è esposta a luce solare, utilizza scudi per finestre o aperture di copertura con un panno. Utilizza i ventilatori a soffitto in alternativa. I ventilatori possono far circolare l’aria in tutta la stanza e aiutano a far scendere la temperatura più velocemente. Inoltre, l’aria in movimento viene percepita generalmente come più fredda rispetto all’aria immobile.

La manutenzione è un must: nel tempo, i condizionatori d’aria tendono ad accumulare sporcizia e polvere, il che riduce la loro efficienza e può indurre a consumare più energia. Per garantire il corretto funzionamento, è necessario pulire o sostituire i filtri dell’aria su base mensile. Inoltre, cercare di mantenere le bobine nell’unità esterna di condizionamento dell’aria prive di sporco, erba tagliata o foglie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui